Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 337 visitatori e nessun utente online

comunesanseveroSTRUTTURA POLIFUNZIONALE ASL: LE PRECISAZIONI DELL’A.C.

In merito alla realizzazione della struttura polifunzionale dell’ASL FG vi è la necessità di una visione politica costruttiva e innovativa.
Un’opportunità di sviluppo economico e sociale che passa attraverso politiche infrastrutturali, di cui il paese ne ha fortemente bisogno, e il rafforzamento dei servizi socio sanitari.
La realizzazione dell’intervento, nonché la scelta del luogo individuato trae origine da una serie di incontri avuti tra le strutture tecniche del Comune e le stesse dell’ASL prendendo in considerazione diverse zone della Città.
Il sito che ospiterà la struttura, di proprietà dell’ASL, è risultato il più idoneo e confacente alle caratteristiche del progetto nell’ambito delle misure di decentramento dei servizi e del miglioramento della mobilità urbana. Il sito individuato, inoltre, rientra anche in un intervento di valorizzazione delle periferie e di riqualificazione delle aree degradate per favorire il recupero urbano diretto ad evitare fenomeni di violenza e devianza sociale. La zona indicata nel progetto di realizzazione, specie negli ultimi periodi, è stata oggetto di una serie di interventi da parte delle Forze dell’Ordine nonché di molteplici sanzioni e attività affrontate dalla Polizia Locale per episodi di violenza e degrado urbano.
Non possiamo non ricordare che sempre la stessa zona, in passato, è stata teatro di un efferato crimine che, ancora oggi, produce sgomento nella nostra comunità.
Il finanziamento P.O.R. FESR 2014 – 2020, destinato alla nostra Città, è un’opportunità infrastrutturale adatta a restituire decoro ad una zona della Città, ed agli stessi cittadini che ne risiedono, che per troppi anni ha subito l’assenza di interventi strutturali e di ammodernamento. E’ chiaro che nell’ambito dell’intesa con l’ASL di Foggia e con la stessa Regione Puglia, abbiamo richiesto un piano di intervento e di recupero, tramite progetti sociali, della struttura ex INAM di Via Turati che proprio in questi giorni è stata al centro di interventi e attività di monitoraggio della Polizia Locale. Le politiche di coesione e di sviluppo territoriale, prese seriamente in considerazione da questa Amministrazione, sono un volano per lo sviluppo e per l’economia locale.
Non possiamo tenere conto della politica del “NO” e delle “condizioni a tutto” che producono solo gap e arretratezza. C’è bisogno di uno scatto culturale diverso e queste opere concorrono a recuperare il contatto con il territorio lavorando per lo sviluppo sbaragliando tutti gli ostacoli posti a prescindere.

Il Portavoce
Michele Princigallo