Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 286 visitatori e nessun utente online

aereo militareVenerdì 23 novembre, presso la Società di Navigazione Aerea Alidaunia di Foggia, grazie alla famiglia Pucillo e al suo team, si è tenuta una cerimonia in ricordo di Mario Matrella a cui l’ex moglie Cinzia Cagnano, la figlia Alice e tutta la famiglia hanno partecipato insieme ad ex colleghi e ad amici, organizzata in occasione dell'inaugurazione dell'”Hoist Trainer”, uno strumento addestrativo che consente di simulare a terra le operazioni di imbarco e sbarco del paziente in volo con o senza l’ausilio della barella attraverso l'uso del verricello. La struttura voluta, progettata e realizzata presso la sede di Foggia è stata dimensionata simulando la cabina dell’elicottero AW169 della Leonardo per le esercitazioni. Al momento l'Alidaunia risulta essere l'unica azienda in Italia ad essersi dotata di questo prezioso ausilio alla formazione, finalizzato all’addestramento iniziale e ricorrente del personale tecnico e sanitario impiegato nei servizi di Elisoccorso e nelle operazioni HHO (Helicopter Hoist Operations) che vengono messe in atto tipicamente nelle zone impervie, ogni qualvolta non sussistano le condizioni per atterrare nei pressi dell’infortunato e, perciò, si ricorre all’ausilio del verricello per portare soccorso in primis da parte del medico e dell’infermiere e, successivamente, una volta stabilizzato il paziente, per provvedere al recupero dell’infortunato con o senza l’impiego della barella. Mario Matrella avrebbe sicuramente gradito molto l’utilizzo di questa attrezzatura addestrativa anche perché è proprio grazie all'Alidaunia che ha cominciato a muovere i suoi primi "voli" e ad effettuare attività con verricello con la funzione di tecnico HEMS (Helicopter Emergency Medical Services) Crew Member, coordinando le operazioni di elisoccorso di concerto con il pilota Comandante e con il Tecnico del Soccorso Alpino. Al termine della cerimonia e dopo il rito della benedizione è stata affissa una targa all'interno della struttura in ricordo di Mario che, lo ricordiamo, ha perso la vita in servizio durante un'operazione di soccorso a Campo Felice in Abruzzo (con altra Azienda presso cui prestava servizio) e per la quale è stato onorato dal CAI (Club Alpino Italiano) con la medaglia d'oro al merito. A seguito dell'incidente del 24 gennaio 2017 il PM della Procura de L'Aquila aveva presentato richiesta di archiviazione delle indagini ma il GIP del Tribunale de L'Aquila, ritenuto non accoglibile tale richiesta, ha fissato l'udienza in Camera di Consiglio per il prossimo mercoledì 28 novembre 2018 presso il Tribunale de L'Aquila, dove verrà discussa l'opposizione all'archiviazione a seguito delle richieste dei familiari delle vittime che chiedono di estendere le indagini investigative sui fronti sui quali la Procura non ha indagato, perché nessun incidente sul lavoro debba mai essere cancellato dalla memoria e dai documenti.