Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 160 visitatori e nessun utente online

A Manfredonia 230 pescherecci si sono fermati per protestare contro il caro gasolio e le nuove regole comunitarie che stanno mettendo in ginocchio il settore della pesca. La protesta dei pescatori è come abbiamo detto contro il caro petrolio, infatti sostengono di non poter più andare avanti: 'Non ci conviene più andare a pescare. Per guadagnare 600 euro ne spendiamo 1200.
Il prezzo del gasolio è triplicato, di questo passo rischiamo di chiudere.Le autorità preposte dovrebbero vigilare di più perchè sul prezzo del carburante in molti speculano a discapito delle piccole imprese. Per abbattere i costi abbiamo pensato ad un deposito costiero. A Manfredonia ci sarebbero ben due serbatoi in grado di fornire tutte le marinerie pugliesi attraverso un gruppo d'acquisto collettivo, ma le varie istituzioni locali ci devono rilasciare le dovute autorizzazioni. Sono decenni che le aspettiamo.