Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 292 visitatori e nessun utente online

In tutta Italia, è in costante crescita il gioco online. Questa crescita si registra non solo nel mondo del gioco digitale, ma anche in generale in quello del gioco che riguarda sale slot e vlt. Le regioni del sud però, come la Campania, la Calabria e la Puglia, hanno le percentuali più alte di spesa rispetto alla parte restante dell'Italia quando si parla di gioco.

In provincia di Foggia e nel Varese, nel corso del 2018 sono stati spesi 1,5 miliardi di euro in un solo anno. Una cifra davvero da capogiro, se si pensa che le giocate in alcuni territori sono arrivate anche oltre ai mille e cinquecento euro ciascuno per un anno. La spesa che riguarda l'intera zona provinciale di Foggia, così come anche quella di Bari, sembra destinata a crescere se si analizza nello specifico il fattore relativo ai giochi on-line. Si fa riferimento a questo sito o ad altri della stessa tipologia, si può notare come i giochi più ricercati non sono solo quelli dei casinò, ma c'è un'offerta davvero molto più ampia e che è più creativa e ricca di dettagli.

giocoonline

I controlli e le disposizioni normative sul fenomeno del gioco

Nel Sud Italia, il fenomeno del gioco è sotto stretta osservazione da parte delle autorità nazionali. Nello specifico, in Puglia, l'Autorità Dogane e Monopoli, ex AAMS, ha acceso i riflettori su tanti siti online che promettevano dei giochi a delle tariffe vantaggiose ma che di fatto, non rispettavano quelli che erano i requisiti previsti dalla legge. Questi siti sono stati oscurati insieme ad un totale di 8000 portali in tutta Italia che non erano in linea con quella che è la normativa nazionale sul gioco. Il gioco online, nonostante queste regole rigide e controlli serrati, continua a crescere a dismisura nel corso degli ultimi anni. Dal 2016 ad oggi c'è stato un incremento generale di consumo pari al 40%. Dal 2016 al 2017, nello specifico l'aumento è stato di 30 punti in percentuale. Nel 2018 invece la crescita si è arrestata a 5 punti in percentuale, mentre nel primo trimestre 11,9 punti in percentuale. La differenza rispetto agli anni precedenti anche nel mezzo della metodologia di approccio al mondo del gioco online. Mentre in passato, per accedere al gioco era necessario recarsi nelle sale slot, adesso invece tutto è più facile attraverso i dispositivi elettronici e soprattutto, con quelli mobili.

 

La sfida dei dispositivi mobili

Secondo i dati diffusi dall'Agimeg, agenzia giornalistica del mondo del gioco, sembrerebbe che coloro che lavorano nel settore del gaming online, hanno investito nel corso del 2018, il 4% del totale sull'innovazione tecnologica va sull'uso dei dispositivi mobili. Tutte le principali piattaforme infatti danno la possibilità agli utenti di giocare attraverso il proprio smartphone o il proprio tablet. Si attraversa delle applicazioni oppure dei siti che siano responsive al 100%, gli utenti possono fare tutto ciò che prima era permesso soltanto con le macchinette o dal computer di casa. Questa rivoluzione è importantissima soprattutto per i più giovani. Infatti, sono proprio loro il nuovo target di riferimento del gioco online.

 

I giovani e il gioco online, la strana coppia

Secondo i dati Istat del 2018, i giovani di età compresa tra i 24 e i 35 anni si sono avvicinati sempre di più al mondo del gioco online. Questo dato, di per sé fa pensare a come sta cambiando il settore proprio in virtù di questo nuovo pubblico e viceversa. Infatti, gli operatori del mondo del gaming online, devono per forza di cose adeguarsi alle esigenze di questa nuova generazione digitale. Sono loro a chiedere un utilizzo sempre maggiore degli smartphone e di conseguenza, vogliono conoscere sempre di più il settore gioco che va al di là del casinò online. Stanno ai dati Agimeg infatti, il gioco del casinò, continua ad andare molto forte con un aumento di fruizione pari a 5 punti in percentuale. Però, un altro gioco storico dell'online il poker, sta conoscendo una leggera flessione perché rimpiazzato da nuovi giochi e nuovi stimoli che i produttori di questo ambito stanno somministrando a tutti i livelli al nuovo pubblico di riferimento del gaming online. Questi giochi, tra cui spiccano quelli di abilità, danno la possibilità all'utente di intraprendere sempre nuove sfide, muoversi in settori nuovi e provare qualcosa di diverso giorno dopo giorno. Intanto, tutta questa crescita potrebbe subire in generale al di là, del singolo gioco, una flessione perché a partire dal prossimo luglio, entrerà in vigore al 100% il Decreto dignità che vieta la pubblicità sotto ogni forma e con qualsiasi mezzo del gioco, sia fisico che digitale.