Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 233 visitatori e nessun utente online

scuolaIl ritorno alla didattica in presenza è un tema molto forte all’interno del dibattito di questi giorni. A tal proposito gli studenti e le studentesse di Foggia e provincia hanno chiesto la convocazione di un tavolo permanente di confronto per monitorare le situazioni di criticità e per programmare al meglio il ritorno in presenza.

“In questi giorni è ritornata centrale la questione che riguarda la riapertura delle scuole in un contesto epidemiologico mutato rispetto a settembre ma con condizioni materiali dei trasporti e delle strutture scolastiche pressoché immutate. Innumerevoli sono gli studenti che desiderano tornare in presenza eppure la situazione è ancora critica e non si è ancora in grado di garantire sicurezza ad alunni, docenti, collaboratori e personale ATA.” Afferma Jacopo lo Russo, Coordinatore dell’Unione degli Studenti Foggia

“Durante la prima riapertura numerosi sono stati i problemi riscontrati: trasporti con corse insufficienti, spesso sovraffollati,e incapaci di garantire una continuità al servizio e allo stesso tempo la sicurezza degli studenti, scuole che nella maggior parte dei casi non sono riuscite a far rispettare le normative anti-Covid spesso per motivi legati allo stato dell’edificio scolastico e la stessa organizzazione della didattica con una parte di classe in presenza e una in DaD ha generato non poca confusione all’interno del mondo della scuola” continua lo studente

“In questo periodo più che mai è necessario che ci sia collaborazione e dialogo tra Istituzioni e comunità scolastiche per creare le condizioni di un ritorno in classe il più sicuro possibile e per continuare a garantire il diritto allo studio a tutte le studentesse e gli studenti della nostra provincia. Per questo abbiamo richiesto la creazione di un tavolo permanente di confronto e vigilanza per monitorare e segnalare le situazioni di criticità in merito all’Edilizia scolastica, ai protocolli covid nelle scuole e alle condizioni dei trasporti urbani e extraurbani e che vede coinvolti la Provincia di Foggia, l’Ufficio Scolastico Territoriale e l’Assessorato ai trasporti, nonché le parti sindacali di studenti e docenti. E’ necessario che il mondo della scuola riparta e che riparta in sicurezza tutelando chi è più in difficoltà, per non lasciare nessuno indietro!” Conclude lo Russo

Contatti

Jacopo lo Russo