Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 236 visitatori e nessun utente online

vicoGià in funzione la nuova infrastruttura ottenuta con un finanziamento per la Transizione Ecologica

VICO DEL GARGANO E’ entrato in funzione l’Eco-compattatore “mangiaplastica” di Vico del Gargano, per l’installazione e l’attivazione del quale l’Amministrazione comunale ha ottenuto un finanziamento dal Ministero della Transizione Ecologica.
E’ stato installato nella zona 167 di Vico del Gargano, nella parte finale di via Roma. Darà modo ai cittadini di conferire le bottiglie per bevande realizzate in plastica PET, vale a dire le comuni bottigliette per l’acqua e quelle contenenti bibite di ogni tipo.
“Con il mangiaplastica”, ha spiegato Silvio Matano, presidente del Consiglio comunale con delega all’Ambiente, “Vico del Gargano si adegua a una delle più recenti normative dell’Unione Europea e aumenta sia quantitativamente che qualitativamente la percentuale di rifiuti differenziati da avviare a riciclo. Siamo molto soddisfatti di questo nuovo passo in avanti compiuto dal paese in tema di tutela dell’ambiente e dell’igiene pubblica. Si aggiunge un ulteriore tassello a quanto fatto negli ultimi 5 anni, con un costante miglioramento degli strumenti, dei servizi e delle informazioni a disposizione della cittadinanza per differenziare una quota sempre crescente di rifiuti”.
La sigla PET sta per polietilene tereftalato: si tratta di una materia sintetica che trae origine dalla famiglia del poliestere e realizzata con petrolio, gas naturale e materie prime pregiate.
Grazie alle sue caratteristiche, l’utilizzo del PET produce una serie di benefici a sostegno della salvaguardia ambientale. Si tratta di un materiale riciclabile al 100%: il PET è destinato a un riciclo continuo e, durante il processo di trasformazione, non perde le sue caratteristiche fisiche e chimiche.
Gli eco-compattatori ‘mangiaplastica’ hanno un obiettivo preciso: a tappe forzate, entro il 2030, le nuove bottigliette in PET messe in produzione dovranno essere realizzate con una quota crescente di materiale riciclato, così da avere un impatto nettamente inferiore a quello attuale sull’ambiente.
“Essere riusciti a ottenere il finanziamento e ad attivare l’Eco-compattatore è un ottimo risultato”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino, “ora tocca a tutti noi, come cittadini di Vico del Gargano, utilizzare al meglio questa nuova infrastruttura per conferirvi le bottigliette di plastica e contribuire, in questo modo, alla salvaguardia dell’ambiente. Il nostro territorio ha mare, foresta, montagna e aree rurali: è un patrimonio ambientale immenso che abbiamo il dovere di tutelare, di preservare e di consegnare intatto alle nuove generazioni”.