Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 379 visitatori e nessun utente online

orbitaleORBITALE NEI CAMPI PER I RACCORDI MANCANTI CON VIA NAPOLI/PINTO/PEROSI!
L’indirizzo politico inattuato della Delibera n. 169 del 2018 del Consiglio comunale di Foggia, con danni ai cittadini, ai residenti e agli operatori del Policlinico

“Il tempo è galantuomo e la verità, segue le bugie, e tutto viene a galla. Sta accadendo per un’altra delle questioni, causate dalla giunta comunale foggiana (2014-2019) e tuttora irrisolte anche dalla gestione commissariale. E’ un bene che oggi, neofiti della politica prestino il loro interesse ma è giusto che conoscano, insieme a tutti i cittadini, lo stato dell’arte con tutte le sue pregresse e attuali incoerenze.” questo il commento rilasciato da Pasquale Cataneo, Giuseppe Pertosa e Nicola Russo che, durante e dopo, la loro pregressa esperienza di consiglieri comunali (2014-2019), hanno segnalato, anche per questa vicenda, le contraddizioni procedurali e amministrative compiute sull’Orbitale e sul tratto di viale L. Pinto, inopinatamente intercluso senza l’effettuazione dei lavori per la viabilità di raccordo tra Via L. Perosi, il tratto di Orbitale dalla Rotatoria n.3 con il prolungamento di viale Pinto e via Napoli.
“Con la delibera n.169/2018 il Consiglio comunale di Foggia, con specifici emendamenti, ha integrato e approvato il precedente protocollo d’intesa tra Sindaco e D. G. Policlinico, stabilendo che il tratto di viale Pinto intercluso tra le strutture ospedaliere sarebbe stato sottratto all’uso pubblico e alla gestione di ATAF/APCOA spa, per quanto riguarda la viabilità e l’uso degli stalli per la sosta che in esso erano allocati, solo dopo la realizzazione della viabilità di collegamento (tra via Napoli, il raccordo tra la Rotatoria n. 3 Orbitale, il prolungamento di viale Pinto e via L. Perosi) – sottolineano i tre già amministratori foggiani, che hanno già più volte segnalato pubblicamente questo ed altri accadimenti di malagestio - ad oggi pare non sia cambiato nulla. Infatti, pur segnalando reiteratamente il mancato rispetto di delibere dell’Assise consiliare foggiana 2014-2019 poco o nulla è cambiato, come in questo caso, che ha così tanti aspetti negativi e molto evidenti per i cittadini, per il servizio di soccorso pubblico, per i residenti e i proprietari dei fondi della zona e per i fruitori del Policlinico. Pur avendo contezza anche di esposti e denunce presentate a Istituzioni e Magistratura, in particolare anche dai residenti, permane tuttora la mancata applicazione delle previsioni consiliari, i falliti introiti per gli stalli eliminati, l’inutilità operativa dell’Orbitale e la pericolosità della viabilità di accesso e quindi, soprattutto, all’uso del parcheggio reso funzionante dietro il plesso universitario con accesso da tratturo Biccari, per i fruitori (pazienti, dipendenti, ecc.).”
A distanza di oltre 10 mesi dall’ennesima denuncia pubblica dei tre amministratori foggiani tornano a sottolineare non solo la questione relativa all’Orbitale ma anche la visione sistemica in tema di sicurezza e mobilità dei cittadini.
“E’ essenziale contemperare il pubblico interesse di tutti i fruitori interessati completando l’opera e realizzando le previsioni della delibera C.C. n.169/2018. Bisogna evitare che Foggia sia al centro di una ennesima “caso di cronaca” perchè una strada a doppia corsia e carreggiata, con spartitraffico centrale e pista ciclabile finisca nel terreno agricolo – sottolineano all’unisono i tre politici foggiani – pur avendo speso molti soldi pubblici e peggiorato, di fatto, solo la vita quotidiana, ad esempio, ai fruitori del Policlinico e ai residenti/proprietari dei fondi che, oltre a non fruire di quasi tutti i servizi essenziali, subiscono la crescente insicurezza stradale, pedonale e veicolare, nonché l’insalubrità e i danni ambientali per i rifiuti abbandonati e “affiorati” nel frattempo a chi percorre una “strada” di cantiere (senza marciapiedi, illuminazione, fogna bianca, segnaletica orizzontale, ecc.). Sollecitiamo ancora una volta la Commissione straordinaria a fornire, a mezzo stampa, risposte a quanto da noi già segnalato a proposito della inattuata Delibera C.C. n 169/2018 che di seguito riproponiamo: viabilità di collegamento tra via Napoli, il raccordo tra la Rotatoria n. 3 Orbitale, il prolungamento di viale Pinto e via L. Perosi quando si farà? E’ stata inserita nel Piano triennale delle opere pubbliche? Se no, perché? Perché il tratto di viale Pinto è ancora chiuso visto che non è stata realizzata la viabilità di collegamento prevista dalla delibera? E che fine hanno fatto gli oltre 200 stalli sottratti dal 2019, al Comune/Ataf spa? Sono state perse risorse economiche, in questi anni, da APCOA/ATAF? Chi doveva tutelare l’interesse dell’ATAF e del Comune lo ha fatto? Sollecitiamo una risposta in mertito”

Pasquale Cataneo Giuseppe Pertosa Nicola Russo