Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 180 visitatori e nessun utente online

Vi è mai capitato di vedere l'autista foggiano alla guida?


Per l'automobilista foggiano non esistono gli indicatori direzionali, volgarmente chiamate frecce (quelle venivano usate solo dagli Indiani), si esce dai parcheggi come se non ci fossero altre auto, si svolta senza indicare, come se nell'auto che segue ci fosse il mago Otelma, devi prevedere cosa farà l'automobilista.
Il semaforo per alcuni è sempre verde, anche quando è rosso. Ma i “migliori” sono i geni che quando il semaforo è rosso, si posizionano davanti al semaforo senza poterlo neanche vedere: allora tu pensi “Adesso si butta? No!” lui aspetta il verde senza vederlo, allora sei costretto a suonare per dirgli: “Che hamma fa!

Per non parlare delle strisce pedonali, si potranno ridipingere di qualsiasi colore, tanto non verrano viste comunque a prescindere. Ma le peggiori sono le donne mamme; se ti vedono passare sulle strisce con i bambini o con i passeggini, state pur sicuri che non ti lasceranno passare. Si esibirrano in uno strano slalom, ma dovranno passare loro per prime. Forse è anche giusto perchè fermarsi alle strisce pedonali, vuol dire consumare qualche grammo in più di benzina e, per quanto costa oggi la benzina........ (Avete capito cosa comporta l'aumento della benzina!!!!!!!)
Ma anche i pedoni sono fantastici.

E lì il caro benzina non c'entra!!!! Se il semaforo è rosso, potrai notare un pedone che si gira intorno con aria circospetta come investigatore privato, per cogliere l'attimo fuggente ed attraversare con il rosso (l'adrenalina sale vertiginosamente), tutto questo per non aspettare che esca il verde. Ma questo tipo di pedone forse è ancora limitatamente nella norma, almeno passa sulle strisce pedonali, c'è poi il pedone che ti sbuca da dietro le auto e nei posti più impensabili, sembra quasi che abbia avuto un attacco di dissenteria cronica e, non può far a meno di attraversare in quel preciso punto.
Forse è anche per questo che noi non cresceremo mai e non andremo mai da nessuna parte. Ovviamente per la par condicio: per fortuna che esiste anche l'altra parte della medaglia. Ma chissà perchè siamo sempre in minoranza....