Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 187 visitatori e nessun utente online

 

L'Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste, con il supporto della locale Tenenza deiCarabinieri, è stato impegnato in una intensa attività di Polizia Marittima in località Punta S. Francesco di Vieste.
Con il coordinamento del Comandante sono stati impiegati due mezzi navali ed unapattuglia da terra, per contrastare la pesca con reti da posta abusive, che oltre a ledere gli interessi dei pescatori autorizzati con regolare licenza di pesca, non essendo adeguatamente
segnalate e posizionate sottocosta, possono rappresentare un pericolo per la navigazione, estendendosi sott'acqua per diverse centinaia di metri. Sono state recuperate e confiscate 4 reti da posta, senza pescato, per un totale di circa 2000 metri, senza segnalamenti, e 6 attrezzi da pesca del tipo "cogolli". Al momento non è stato possibile risalire ai proprietari degli attrezzi irregolari ma sono
in corso le indagini. Nella mattinata, inoltre, una Motovedetta, impegnata in ordinaria attività di pattugliamento, ha proceduto ad elevare un verbale da € 4.000 nei confronti di un pescatore che
posizionava una rete da posta di circa 15 metri, in seguito confiscata, senza autorizzazione.



comunicato stampa