Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 199 visitatori e nessun utente online

 

 

 

 

LUCERA, 19.03.2012– Dopo i lusinghieri riscontri, in termini di attenzioni e di presenze con la prima tappa del 21 gennaio, torna l’appuntamento con ‘Cantieri Aperti 2012’. Si tratta di un’iniziativa del tutto nuova e assunta dall’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ‘Maria De Peppo Serena e Tito Pellegrino’ di Lucera.
Il prossimo appuntamento in agenda è quello di sabato 24 marzo, alle ore 10.30, nell’area-cantiere, che ospita i lavori relativi al progetto di recupero e adeguamento funzionale della Residenza Socio Sanitaria e Assistenziale per anziani, presso la Casa di Riposo ‘Maria De Peppo Serena’ al rione ‘Cappuccini’.
Confermata la presenza dell’Assessore Regionale al Welfare, dottoressa Elena Gentile, che ha accolto con entusiasmo, come nella precedente occasione, l’idea di aprire le porte ai cittadini per mostrare loro come vengono utilizzate le risorse pubbliche, con positive ricadute degli investimenti sul territorio, in particolare a Lucera.
Come noto, in un primo tempo, l’Istituto di Pubblica Assistenza e Beneficenza aveva dato inizio ai lavori per la costruzione di una casa protetta, ricorrendo ai fondi provenienti dall’alienazione, effettuata secondo la normativa regionale, del suo patrimonio immobiliare.
Gli interventi furono sospesi il 23 settembre 2006 ,i lavori non furono più ripresi e l’immobile rimase completato in parte all’esterno e allo stato rustico internamente.
La nuova ASP, con tutto il suo Consiglio di Amministrazione presieduto da Antonio Fusco, in un anno e mezzo ha provveduto a risolvere il contenzioso con la ditta edile, ottenendo un finanziamento pubblico nell’ambito del ‘Piano Operativo FESR 2007-2013’ (Asse III).
Si è dato inizio, così, al recupero e al completamento della costruzione lasciata allo stato rustico e destinarla a Residenza Socio Sanitaria Assistenziale per anziani (RSSA).
L’importo complessivo del progetto è di 956.046,00 euro, dei quali 707.446,00 (il 74,00%) derivanti da fondi europei e la restante quota di 248.600,00 (il 26%) a carico dell’ASP lucerina.
La Residenza Socio Sanitaria Assistenziale, erogherà servizi socio-assistenziali a persone anziane, che abbiano un’età superiore ai 64 anni e presentino gravi deficit psico-fisici; nonché a persone affette da demenze senili, le quali non necessitano di prestazioni sanitarie complesse.
Si tratta di soggetti, che richiedono un alto grado di assistenza, perché non sono in grado di condurre una vita autonoma e le cui patologie, non in fase acuta, non possono far prevedere il pieno recupero dell’autonomia e non possono essere assistite a domicilio.
La RSSA per anziani non può accogliere ospiti con età inferiore a 64 anni, oppure diversamente abili gravi, fatta eccezione per persone affette da demenze senili, morbo di Alzheimer e demenze correlate, anche se non hanno raggiunto i 64 anni d’età.
La Residenza sarà collegata con i servizi socio-sanitari dell’Ambito e del Distretto Socio Sanitario territoriale, con l’assistenza medico-generica, l’assistenza farmaceutica, il segretariato sociale, l’assistenza domiciliare integrata, i centri a carattere residenziale diurno per programmare la continuità degli interventi assistenziali, dopo la dimissione degli ospiti e per ridurre l’incidenza dei ricoveri in strutture ospedaliere.
La struttura che sta per sorgere in viale De Peppo Serena, avrà una capacità di 30 posti letto, disposti su due livelli e suddivisi in 16 camere, di cui 14 doppie e 2 singole, con servizi annessi di palestra riabilitativa, ambulatori, infermeria ai piani, cucina e pranzo, lavanderia, oltre agli ambienti riservati agli uffici direzionali e amministrativi dotati di tutti i confort.
Particolare cura è stata prestata all’efficienza energetica, grazie ad impianto solare termico per l’acqua calda sanitaria e agli impianti di climatizzazione ad espansione diretta, alimentati elettricamente ed in parte dall’impianto fotovoltaico. È un’offerta venuta dall’impresa, al momento della gara pubblica, secondo le richieste di migliorie previste dal bando pubblico per l’affidamento dell’appalto.
I lavori sono stati aggiudicati all’impresa S.I.TEC S.A.S. di Napoli attraverso il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e con un ribasso del 14,47%.
Lo scorso 19 settembre è stata effettuata la consegna dei lavori, ad opera della direzione e con l’impegno contrattuale, da parte della ditta, ad ultimarli entro 300 giorni, ossia per la data del 17 luglio 2012, con tutti e tre i suoi piani.

Antonio Fusco
Presidente CdA Azienda Pubblica di Servizi alla Persona
‘Maria de Peppo Serena e Tito Pellegrino’
Con preghiera di cortese pubblicazione e/o notizia