Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 215 visitatori e nessun utente online

Foggia, sabato 21 aprile 2012

comunicato stampa

«Non dobbiamo essere attenti solo quando i nostri Vigili Urbani ci sanzionano per poi criticarli. Noi foggiani – afferma il Consigliere Comunale AnnaRita Palmieri, dell’Unione di Capitanata- dobbiamo avere la coerenza di riconoscergli i dovuti pregi. Il tempestivo e professionale intervento per sedare una probabile rissa causata da un ubriaco, autodefinitosi malato di TBC durante le cure sanitarie, - continua la Palmieri – è stato la risultante delle forze messe in campo dalla Polizia Municipale di Foggia addestrata adeguatamente per l’incolumità e sicurezza dei cittadini, oltre che per la loro. Inoltrerò al Sindaco Mongelli una domanda per un pubblico ringraziamento e riconoscimento ai nostri quattro Vigili Urbani che, e ricordiamolo, - termina il Consigliere - non sono solo quegli uomini in divisa che sanzionano giustamente automobilisti indisciplinati, multano con ragione venditori ambulanti senza permesso, ma sono anche nostri concittadini dediti al lavoro e che spesso mettono a repentaglio la loro incolumità per servirci e garantire sicurezza».

Con questo significativo comunicato il Consigliere Annarita Palmieri ha voluto rendersi partecipe e propositiva per un riconoscimento ai quattro Vigili Urbani per l’increscioso episodio che sabato 14 aprile 2012, intorno alle ore 20, si è verificato in un locale ubicato in una piazzetta del centro storico foggiano, e che hanno visto protagonisti “le divise comunali” cui non si rendono note le generalità.

Secondo fonti trapelate e incrociate da alcune indiscrezioni che ho raccolto, un uomo ubriaco avrebbe molestato i clienti che erano all’interno del locale. Invitato dal proprietario a uscire, l’ubriaco avrebbe opposto resistenza molestando i clienti. Dopo alcuni concitati minuti e visto che l’ubriaco non abbandonava il locale, il proprietario avrebbe chiamato i Vigili Urbani, Questi solo dopo aver “obbligato” l’uomo che opponeva resistenza fisica e verbale e che non declinava le sue generalità, avrebbero accompagnato il molestatore nella caserma della Polizia Municipale di Foggia. Dopo aver svolto i rituali accertamenti di riconoscimento (che per la privacy non sono state rese note le generalità), i Vigili vedendo che l’uomo non era in condizione ottimale di salute poiché ubriaco, avrebbero chiamato il Pronto Soccorso di Foggia che ha inviato una sua unità con autoambulanza. I sanitari giunti in caserma, secondo quanto detto da alcuni testimoni oculari, avrebbero espletato tutti i rituali accertamenti per poi accompagnarlo all’ospedale. Giunti nel reparto operativo dell’U.O. del Pronto Soccorso degli OO.RR. di Foggia, l’ubriaco avrebbe “gridato” che era affetto da una malattia contagiosa, la tubercolosi, scatenando il panico tra i presenti. Immediatamente i sanitari, sempre secondo quanto detto dai presenti, avrebbero bloccato l’uomo mettendolo in una stanza, controllandolo a vista dai due agenti dei Vigili intervenuti. Nel frattempo l’U.O. del Pronto Soccorso avrebbe provveduto a sedare la calma tra i presenti fornendo loro mascherine e mettendo in pratica il protocollo del caso.

Tempestivamente i medici dell’U.O. del Pronto Soccorso degli OO.RR. di Foggia, da testimoni oculari, avrebbero provveduto a svolgere le dovute analisi sull’uomo ubriaco attestando che l’allarme era infondato, dandone poi pubblica notizia ai presenti. Per esser chiari non sono emersi segni di infezione da TBC, così rasserenando i Vigili intervenuti e chiunque avesse avuto contatti con il molestatore. Che sia chiaro per la città di Foggia!

L’indomani l’increscioso evento i quattro Vigili Urbani sarebbero stati sottoposti a visite mediche accurate presso l’Ospedale Colonnello D’Avanzo risultando negativi agli esiti.

Con ciò e rassicurando la cittadinanza il Consigliere Comunale AnnaRita Palmieri, come detto inoltrerà al Sindaco Mongelli una domanda per un pubblico riconoscimento ai nostri quattro Vigili Urbani, ancora una volta protagonisti positivi per la nostra comunità.

 

Nico Baratta