Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 132 visitatori e nessun utente online

Gli anni ci hanno insegnato che molte sono le cose che si cominciano e poche quelle che si portano a compimento nella nostra città.

Tanto per ricordare: il mercato di piazza padre pio, il teatro mediterraneo per arrivare, tacendo del teatro giordano e della cattedrale, alla casa dello studente.

E’ l’infinito non finire della nostra città, una città incompiuta, un paradigma dell’inquietudine!

Ci sono, però, dei manufatti finiti e mai utilizzati: stessa storia dello stesso paradigma.

Noi amici della domenica (GADD) in questo periodo ci stiamo interessando di uno dei nostri più bei monumenti cittadini: la villa comunale, un fiore all’occhiello che nel tempo si è andato sempre appassendo, come quei fiori dei frak dei vecchi uomini sfioriti dell’avanspettacolo: un varietà del ridere se non fosse che ci sarebbe da piangere per tutti i soldi spesi dalla comunità.

In villa, a proposito di soldi della comunità, ci sono delle gabbie, non abbiamo come chiamarle diversamente, costruite e mai utilizzate.

Domenica il GADD ha avuto il solito incontro proprio vicino quelle gabbie.

Abbiamo misurato 80 metri di cancellate di oltre 2 metri d’altezza. Abbiamo contato 10 pilastri di legno massiccio. Abbiamo contato 21 lampade. Abbiamo visto una gettata di massetto. Abbiamo visto una copertura in legno di tutta l’area.

Tutto questo moltiplicato per 2, tanti essendo i manufatti.

Non siamo esperti di prezzi di legname, di lampade, di inferriate, per tacere della manodopera, ma è certo che un costo c’è stato per fare quelle due gabbie intorno al nulla.

Sorge una domanda: perché sono stati spesi tutti quei soldi della comunità?

Sicuramente si troverà nelle carte una risposta, ma nelle coscienze degli amministratori si dovrebbe trovare la risposta del perché non siano poi più state utilizzate, per rispettare quei contribuenti che hanno pagato per questa opera fatta e mai utilizzata.

GLI AMICI DELLA DOMENICA - Foggia

Foggia 22/05/2012