Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 162 visitatori e nessun utente online

«Con le due conferenze di servizi tenute oggi si chiude, sul piano tecnico, l'iter propedeutico alla redazione dei progetti definitivi relativi al raddoppio della Strada provinciale 75 e della Tangenziale Est di San Severo. Interventi strategici per il potenziamento ed il miglioramento viabilità connessa alla costruzione del nuovo casello autostradale di Foggia. Siamo soddisfatti per la puntualità con cui gli Enti coinvolti hanno formulato le loro valutazioni, espresso i loro pareri e assunto i loro impegni per dare rapidità all'esecuzione di due progetti che la Provincia di Foggia, con il contributo determinante dell'allora Ministro Raffaele Fitto, ha fortemente voluto e per i quali è riuscita ad ottenere un finanziamento complessivo pari a 40 milioni di euro». Così Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, commenta l'esito positivo delle conferenze di servizi che questa mattina nella sede di via Telesforo dell'Amministrazione provinciale hanno chiuso il percorso che porterà alla redazione dei progetti definitivi per la realizzazione del collegamento tra Foggia ed il nuovo casello di Foggia Incoronata e l'adeguamento della viabilità di accesso/servizio alla zona industriale "ASI" di Incoronata (Strada provinciale 75) e di interconnessione con il nuovo casello autostradale e di raddoppio della Tangenziale Est di San Severo. Nell'ambito dei diversi incontri dedicati al primo progetto - il cui importo complessivo ammonta a 20 milioni di euro - sono stati coinvolti, oltre alla Provincia di Foggia, l'assessorato all'Assetto del Territorio della Regione Puglia, l'assessorato alle Opere Pubbliche della Regione Puglia, il Servizio Demanio e Patrimonio - Ufficio Parco Tratturi della Regione Puglia, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Puglia, l'Anas, la Società "Autostrade Spa", il Consorzio Asi di Foggia ed il Comune di Foggia. La complessa ed articolata procedura ha permesso di valutare sul piano tecnico tutte le questioni di carattere infrastrutturale ed urbanistico connesse alla realizzazione dell'intervento, a cominciare dalla variante che il Comune di Foggia si è impegnato ad adottare nell'ambito del Piano Comunale dei Tratturi. «L'esito di questo percorso - spiega l'assessore provinciale ai Lavori pubblici, Domenico Farina - ci mette nella condizione di non temere nessun ostacolo al raddoppio della Strada provinciale 75, che si configura come uno dei più importanti accessi, soprattutto sul fronte del trasporto merci, per il nuovo casello autostradale. Con la chiusura di questa fase la Provincia di Foggia è pronta adesso a redigere il progetto definitivo, nella certezza che al momento della sua approvazione il Cipe avrà definitivamente assegnato al nostro Ente le necessarie risorse finanziarie». Come si ricorderà, l'intervento sulla Strada provinciale 75 (Foggia-Trinitapoli) e sulla viabilità di accesso al nuovo casello autostradale di Foggia era contenuto nel "pacchetto" di richieste che l'Amministrazione provinciale avanzò al Governo con riferimento allo sblocco dei fondi Fas (Fondo per le Aree Sottoutilizzate) nell'ambito del "Piano per il Sud" varato dall'esecutivo guidato da Silvio Berlusconi. «Siamo dunque in presenza di una grande vittoria del territorio - sottolinea il presidente Pepe - e nel contempo di un riconoscimento del valore e della capacità di programmazione della Provincia di Foggia». E sempre con riferimento al potenziamento della viabilità di accesso al secondo casello autostradale di Foggia, nella giornata di oggi si è tenuta in via Telesforo anche la conferenza di servizi conclusiva relativa al raddoppio della Tangenziale Est di San Severo. Anche questo progetto - dell'ammontare complessivo di 20 milioni di euro - era inserito tra gli interventi strategici proposti al Governo dalla Provincia di Foggia e finanziati con i fondi Fas. Per quest'ultimo progetto gli Enti coinvolti sono stati, oltre all'Amministrazione provinciale, l'assessorato all'Assetto del Territorio della Regione Puglia, l'assessorato alle Opere Pubbliche della Regione Puglia, il Servizio Demanio e Patrimonio - Ufficio Parco Tratturi della Regione Puglia, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Puglia, l'Anas, Ferrovie del Gargano ed il Comune di San Severo. «Ringrazio tutti gli Enti e tutte le istituzioni che hanno condiviso con noi questa fase di lavoro appassionante - conclude il presidente della Provincia - Perchè non si è trattato solo di un'attività tecnica, ma della trasformazione in atti concreti dell'intuizione politica che la Provincia di Foggia ha avuto per l'ammodernamento infrastrutturale della Capitanata. Un obiettivo per il quale è doveroso esprimere un grazie all'ex Ministro Raffaele Fitto per la sensibilità e l'attenzione dimostrata, ancora una volta, nei confronti del nostro territorio».

comunicato stampa