Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 124 visitatori e nessun utente online

COMUNICATO STAMPA

13 luglio 2012

 

Il Presidente Salvatori: “presenteremo le nostre controdeduzioni”

 

Ieri pomeriggio, alle 17.12, l’AGI, Agenzia Giornalistica Italia, ha diffuso la notizia della richiesta avanzata dal Presidente nazionale dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, al ministero del Turismo e dello Sport -in qualità di ente vigilante- il commissariamento di sette sezioni provinciali dell’ACI, tra cui quella di Foggia. Le altre sono quella storica di Brescia, organizzatrice della Mille Miglia, Enna, Imperia, Palermo, Pavia e Savona.

Sticchi Damiani ha chiesto il provvedimento per presunte “Irregolarità nella gestione economica e nelle procedure elettorali”.

“Ci sarà la verifica” ha dichiarato all’AGI Sticchi Damiani, “e il ministero ci farà sapere se ritiene di dover procedere con il commissariamento”.

Sempre all’Agenzia Italia il Presidente ha ricordato che si tratta di un atto dovuto: “È nostra responsabilità comunicare se ci sono elementi di possibile irregolarità, è successo anche altre volte. Il ministro ora se riterrà nominerà i commissari”.

“Non siamo rammaricati dalla notizia in sé”, ha commentato il neo Presidente dell’Automobile Club Foggia, l’avvocato Giorgio Salvatori. “Come ha spiegato Sticchi Damiani, si tratta di un atto dovuto, per cui comprendiamo le ragioni che l’hanno spinto all’iniziativa. Quello che non è accettabile è che l’Automobile Club di Foggia debba apprendere ufficialmente la novità dalla Stampa, senza che i vertici dell’ACI nazionale abbiano pensato di anticiparla -o, quanto meno, di comunicarla in contemporanea- con un atto formale”.

“Sono Presidente dell’AC Foggia dal 2 luglio scorso”, ha concluso Salvatori, “e il 3 luglio ho sentito al telefono Sticchi Damiani che si è congratulato con me per la nomina, ma non ha ritenuto informarmi che il giorno dopo avrebbe inoltrato la segnalazione al Ministero. Naturalmente rappresenteremo le nostre controdeduzioni nelle opportune sedi ministeriali, visto che sino ad oggi non sapevamo delle decisioni assunte dal Presidente Nazionale”.

Loris Castriota Skanderbegh

Responsabile per la Comunicazione

A.C. Foggia