Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 166 visitatori e nessun utente online

Una città capoluogo di provincia, che si confermerà dopo gli accorpamenti tra le province più estese d'Italia, deve guardare al futuro in modo propositivo, assumendo in pieno il ruolo che deve svolgere. A partire dal rispetto per l'ambiente e per passare alle opportunità di sviluppo delle aree centrali della città. Motivo per cui il gruppo "Foggia propositiva" con le ACLI provinciali di Foggia e tante altre associazioni, che stanno aderendo in queste ore, lanciano una petizione da indirizzare al Sindaco di Foggia per verificare, compatibilmente con l'ufficio traffico e le esigenze dei residenti, la possibilità di estendere l'isola pedonale di Foggia. "Abbiamo un sogno che può trasformarsi in realtà: quello di vedere piazza Giordano chiusa al traffico delle auto", sottolineano da Foggia propositiva, che in poche ore hanno già ottenuto l'adesione di molti commercianti, segno di cambiamento della concezione di come i cittadini vogliono vivere il centro cittadino. Il progetto dell'isola pedonale è molto semplice, ma può essere variabile in base alle questioni pratiche di viabilità che gli uffici comunali andranno a definire. Se ci fosse determinazione nel fare l'isola pedonale allargata sarebbe utile chiudere da via Lanza, imponendo alle auto di parcheggiare nelle zone a ridosso dell'Università o negli oltre 1500 parcheggi auto presenti nell'area circostante. Fatto indiscutibile la chiusura al traffico di piazza Giordano, cuore della città. Operazione determinante che potrebbe dare valore a tutta l'area, imponendo la chiusura anche di un tratto di corso Cairoli, via Dante, un tratto di corso Garibaldi, prolungamento di corso Vittorio Emanuele, fino a giungere a piazza Federico II. Gli Amministratori di questa Città che avranno la sensibilità e il coraggio di determinare in breve tempo un progetto di sviluppo dell'area pedonale saranno sicuramente premiati da quella cittadinanza attiva che non si vuole fermare alle assurde idee che il passaggio delle auto dinanzi alla propria attività determini la vendita. In altre città, vedi Lecce, la chiusura al traffico di aree imponenti del centro cittadino ha portato solo vantaggi, anche se accompagnati da un iniziale scetticismo. Per dare un primo segnale, si potrebbe procedere con una chiusura delle strade anche solo nelle ore serali, dalle 17.30 alle 21.00, con una fase ancora più sperimentale restringendo nel fine settimana. Insomma, qualunque iniziativa, purchè si faccia questa estensione dell'isola pedonale. Per firmare la petizione ci sono diverse possibilità: recarsi presso la sede del consorzio Start Capitanata in piazza Federico II n.15, avvicinarsi al punto sottoscrizione il prossimo fine settimana nell'isola pedonale di corso Vittorio Emanuele, oppure collegandosi via internet a http://www.activism.com/it_IT/petizione/estendiamo-l-isola-pedonale-di-foggia/39359.



comunicato stampa