Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 175 visitatori e nessun utente online

COMUNICATO STAMPAgruppo


I figuranti del Presepe Vivente di Deliceto hanno sfilato con i loro abiti del ‘700 tra le vie del centro storico di Rignano Garganico

Una fredda serata e il vento gelido non hanno scoraggiato quanti hanno deciso di visitare sabato 29 dicembre il Presepe Vivente di Rignano Garganico. A rendere speciale il terzo appuntamento dell’edizione numero quindici della rievocazione storica delle antiche arti e mestieri dell’800 sono stati i figuranti del Presepe Vivente di Deliceto, che hanno sfilato lungo il percorso visitando le botteghe e percorrendo le tortuose e pittoresche vie del centro storico.

Entra nel vivo, dunque, il primo gemellaggio tra presepi viventi di Capitanata, che giunge al secondo anno consecutivo e rende più forte la collaborazione tra i due piccoli paesi del Gargano e del Subappennino Dauno. Giovedì 3 gennaio saranno le comparse del Presepe Vivente di Rignano Garganico a rendere visita alla manifestazione di Deliceto, giunta quest’anno alla sua ventiseiesima edizione, che rievoca la tradizione del ‘700 napoletano attraverso la riproposizione di numerose scene di vita tra cui quella dedicata a Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, il vescovo di Napoli che compose proprio a Deliceto la celebre nenia natalizia “Tu scendi dalle stelle”.

Non solo comparse però hanno visitato il Presepe Vivente di Rignano Garganico: decine di camper provenienti dal Veneto hanno sostato nei pressi della località “La Croce”, dove è presente la pista di lancio per deltaplani e parapendio. Visitatori originari di Padova, Verona e Vicenza hanno invaso le stradine del borgo antico e reso ancora più caratteristica la manifestazione con il loro tipico dialetto veneto.

Tra la delazione di Deliceto era presente anche il sindaco del piccolo paese del Subappennino Dauno e già Assessore Solidarietà e Politiche Sociali della Provincia di Foggia, Antonio Montanino, che ha ricordato quanto sia importante per le due comunità promuovere la storia, la cultura e il folklore da presentare come biglietto da visita ai turisti; gli fa eco il sindaco di Rignano Garganico, Vito Di Carlo, che ha dichiarato che valuterà la possibilità di promuovere il gemellaggio anche tra i due paesi e non solo ai presepi viventi.

Rignano Garganico, 30/12/2012

ADDETTO STAMPA

Giorgio Ventricelli