Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 206 visitatori e nessun utente online

asili

Cari amici,
sono una mamma lavoratrice e come molte altre donne, ogni mattina, alzandosi, sa di poter essere tranquilla, durante l'orario di lavoro, affidando il proprio figlio alle cure delle insegnanti. Purtroppo, in questi ultimi giorni non è stato così per me ed ora vi spiego il motivo.
Giorno 9 febbraio la scuola dell'infanzia chiude per le feste di Carnevale fino a martedì 12, ma al rientro troviamo una sgradita sorpresa: i termosifoni sono spenti e la scuola, dopo essere stata chiusa per ben quattro giorni, è praticamente gelida. Il primo giorno ci riportiamo tutti i bambini indietro, mentre il giorno seguente, dopo numerose telefonate in direzione, troviamo i riscaldamenti tiepidi, ma quando torno all'una a prendere mio figlio, lo trovo con il giubbino addosso. Termosifoni spenti e maestre e bambini con i giubbini. UNA VERGOGNA!!!
Il terzo giorno ci rechiamo in direzione e lì, candidamente dicono di non sapere nulla del problema, ma è una falsità, in quanto maestre e genitori hanno chiamato più volte. Ovviamente mio figlio l'ho tenuto a casa fino a sabato, con un conseguente ed ovvio spreco di denaro per pagare una baby sitter perchè io, come ho detto lavoro.
A questo punto la mia denuncia è rivolta verso i dirigenti e gli organi preposti a tutelare il corretto funzionamento di queste strutture che, sebbene siano comunali, noi paghiamo profumatamente con una retta annuale, ma che a quanto pare non copre tutto e non ci tutela per niente. In direzione la responsabile era assente e gli altri hanno fatto una figura pessima dicendo di non sapere niente, solite tarantelle napoletane, tutti scaricano sugli altri e nessuno ha responsabilità. Quest'anno si parla addirittura di aumentare la tassa d'iscrizione, ma cosa pensano? Non offrono niente e vogliono sempre soldi!
Ovviamente la situazione descritta riguarda la scuola di mio figlio, la R. Tagore, e non so cosa sia successo nelle altre scuole.
Speriamo lunedì vada meglio....

Mamma Roberta