Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 297 visitatori e nessun utente online


movimento5stelle
22/03/2013
COMUNICATO STAMPA
Anche una farfalla può originare un uragano.
La letteratura, la meteorologia e la matematica hanno cercato di spiegare, sin dagli anni Cinquanta, il cosiddetto effetto farfalla, cioè quel particolare fenomeno, riconducibile alla teoria del caos, che asserisce che a variazioni infinitesime delle condizioni iniziali corrispondono variazioni finite degli effetti. In altre parole: al batter d’ali di una farfalla in Cina, può corrispondere un uragano negli Stati Uniti.
Anche per i cittadini, con le debite proporzioni, accade lo stesso. Poniamo ad esempio che esista un campo rom nelle vicinanze di un centro abitato dove le condizioni igienico sanitarie siano precarie. Ipotizziamo che per smaltire i rifiuti si proceda con l’incenerimento artigianale, dentro cassonetti di ferro e che i liquami piuttosto che essere gestiti attraverso un depuratore vengano fatti defluire, a cielo aperto, formando un torrente di putridumi nauseabondo ed insopportabile.
Se dicessimo che non si tratta di un puro esercizio accademico ma di una realtà vicinissima a noi, ci credereste? Il campo rom, purtroppo, esiste davvero: è quello di Arpinova piccola borgata alle porte di Foggia che ormai è stata dimenticata. Lo stesso campo è stato interessato ad due gravi episodi in uno dei quali, il 19 dicembre 2008, un bambino di meno di tre anni, Geylo, perdeva tragicamente la vita a causa della deflagrazione di una stufa. Pensate che la diossina sprigionata dalla combustione di rifiuti indifferenziati riguardi solo i residenti del campo? Credete che i liquami che si espandono nei zone attigue al campo non possano inquinare le falde acquifere e contaminare i prodotti agricoli che vengono coltivati dalla aziende presenti in loco?
Pensiamo si debbano sanare queste emergenze igienico sanitarie attraverso provvedimenti definitivi e non certo tamponando con interventi salva-faccia. Invitiamo chi sostiene di essersi sempre occupato di queste emergenze, a guardare il video che abbiamo realizzato (http://www.youtube.com/watch?v=e7EtPFKVS7o). Aiuterebbe di certo a comprendere che c’è ancora molto da fare. Se non tutto.
Gli attivisti del meetup foggia5stelle.eu

www.foggia5stelle.eu Comunicato stampa – attivisti movimento 5 stelle foggia5stelle.eu@gmail.com