Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 186 visitatori e nessun utente online

fenealLa Feneal -UIL di Capitanata, nei lavori della riunione del proprio Comitato Direttivo del 22/03/2013, che ha visto la partecipazione dei livelli superiori della struttura sia Nazionale che Regionale e Provinciale UIL, ha espresso forte preoccupazione per l'ormai indescrivibile crisi che sta attraversando il Paese ed in particolar modo il settore delle Costruzioni, che vede ormai ogni giorno la dismissione di centinaia di aziende con la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro. E' evidente che l'anno 2013 rischia di essere ancora più duro di quelli precedenti, basta guardare gli indicatori che rivengono dall'Osservatorio Provinciale Cassa Edile, dove si evince una perdita drastica sia in termini di numero di addetti che in termini di ore denunciate. Questo significa peggiori condizioni di vita per i lavoratori ed impoverimento dei cittadini tutti, con perdita di tessuto produttivo. C'è bisogno di una decisiva inversione di rotta che coinvolga tutte le forze sociali e politiche verso una sforzo programmatico concreto per una nuova politica industriale. Pertanto a livello territoriale il neo Segretario Generale della FeNEAL UIL, Alessandro Scarpiello, sostiene che bisogna dare seguito alle decisioni assunte fra le forze Sindacali Categoriali FeNEAL - FILCA e FILLEA ed ANCE (Sezione Costruttori Edili Assindustria) con una forte iniziativa Provinciale che coinvolga tutte le parti sociali per sensibilizzare l'opinione pubblica sui forti temi dello sviluppo e dell'occupazione con la realizzazione delle infrastrutture inesistenti ed il recupero delle zone degradate oltre al riassetto del territorio per il dissesto idrogeologico. Occorrono misure urgenti per arginare la perdita dei circa 3 milioni di posti di lavoro, oltre alla grande percentuale del 38% di disoccupazione giovanile. A fronte di tutto ciò bisogna che il lavoro stabile sia sempre più conveniente rispetto a quello precario, ha sostenuto Gianni Ricci Segretario Generale UIL di Foggia, c'è bisogno di un piano straordinario per l'occupazione dei giovani e di tutti quei lavoratori ormai posti in mobilità. Sempre il Segretario Generale della FeNEAL Alessandro Scarpiello, ha affermato che l'economia debba ripartire anche attraverso un maggiore potere d'acquisto dei salari, con un rinnovo sistematico dei contratti nazionali, provinciali ed aziendali, mentre chi è rimasto senza lavoro deve essere tutelato con misure di sostegno al reddito idonee all'attuale periodo di crisi, senza precedenti. C'è bisogno di una forte sinergia con gli Enti di spesa, attraverso la sottoscrizione di protocolli d'intesa che possano rioccupare i lavoratori con una "Clausola Sociale" che tuteli l'occupazione locale per debellare oltretutto il fenomeno dell'impiego di manodopera irregolare e subappalti incontrollabili.
FENEAL UIL
Via della Repubblica 54
71121 - FOGGIA

comunicato stampa