Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 179 visitatori e nessun utente online

cattedraleFG 09-05-2013 sfregioAncora sfregi sulle mura esterne della Cattedrale
Foggia, 09 maggio 2013

Ieri la notizia della scritta all'interno della nostra amata Cattedrale, oggi un'altra è comparsa all'esterno, sul muro di fianco alla chiesa dell'Annunziata. Forse erano giorni che era li, ma nessuno l'ha evidenziata. Il vandalismo è come gli imbecilli, ha sempre la mamma incinta.
Ebbene si, gli imbecilli, vandali, i nulla facenti forse, per noia e non vorrei dire altro, si dilettano a scrivere sui muri.

Se poi questi muri sono millenari e di una cattedrale da poco restaurata e ridata dopo sette anni alla collettività, il gesto è ancor più grave.
Purtroppo non terminano gli atti vandalici alle mura della Cattedrale di Foggia; la casa della Madonna dell’Iconavetere, dei “7 Veli”, è sempre una “meta facile” di balordi che sporcano le mura. Croci all’ingiù, scritte politiche, messaggi generici (forse subliminali), gli sfregi che la cattedrale deve subire dopo la sua riapertura. L’area storica di Foggia è colma di telecamere che, ahinoi, sono sempre meno utilizzate da chi dovrebbe controllare simili atti vandalici.
Il Comune di Foggia è già attivo per ripulire la scritta interna e si spera anche quella esterna. L’appello va sempre al cittadino attivo e responsabile affinché riesca a dar informazioni su chi compie tali oscenità alla cultura, alla storia, alla religione e alla città. Come pure l’appello è di essere meno “ciechi”.

Nico Baratta