Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 170 visitatori e nessun utente online

pisteciclabiliRompersi l’osso del collo a Foggia potrebbe essere più facile.
Tra strade buche, marciapiedi danneggiati e piste ciclabili bucate e disastrate l’impresa è alla portata di tutti. Riportare alla cronaca foto dello stato comatoso del capoluogo dauno sembra essere divenuto l’hobby del cittadino, spero quello diligente. Ma qui non si tratta di hobby, bensì di senso civico, di monito verso chi dovrebbe sistemare simili pericoli e degradi. Giorni fa ero in giro per Foggia e come mia abitudine, in bicicletta, osservavo la quotidianità che si vive in città. Con la bici ho provato a pedalare nelle aree preposte, le piste ciclabili; era impossibile e molto pericoloso, tanto da preoccuparmi se era il caso di azzardare l’impresa. C’ho provato e dopo un minuto ho dovuto rinunciarti per paura di rompermi l’osso del collo.
L’amara verità nel video, osservabile a questo link: http://www.youtube.com/watch?v=3KzYNXAiPII&;feature=share&list=UUDc0Pipur-FF_DquZTj6YHg
Rifletta l’attuale Amministrazione Comunale prima di congedarsi poiché la storia è memore ed essa già ricorda anni precedenti molto bui, di qualsiasi casacca politica. Che si dia da fare!

Nico Baratta
libero pensatore


Foggia, 18 maggio 2013