Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 316 visitatori e nessun utente online

Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Copagri: “Pronti a collaborare con l’Enel, positiva la messa a disposizione di un indirizzo di posta elettronica per la segnalazione delle emergenze”

Il vertice convocato questa mattina dal Prefetto Antonio Nunziante sui furti di rame in Capitanata ha chiarito che il problema va gestito seguendo due direttrici: sul piano investigativo con le indagini e gli arresti delle forze dell’ordine; sul piano più direttamente emergenziale, cercando di alleviare i disagi delle aziende agricole. “Siamo convinti di aver stabilito un nuovo rapporto di collaborazione con l’Enel, ci auguriamo che d’ora in avanti le aziende in campagna subiscano meno lo stato di isolamento sofferto nelle ultime settimane nell’eventualità di nuovi black-out che, purtroppo, non è difficile prevedere visto che le razzìe continuano anche in questi giorni nonostante l’inasprimento dei controlli. Così come ci auguriamo che l’Enel, oltre a interloquire maggiormente con i nostri associati, provveda a riparare il guasto in tempi rapidi”, dicono i presidenti Pietro Salcuni (Coldiretti), Onofrio Giuliano (Confagricoltura), Raffaele Carrabba (Cia) e Luigi Inneo (Copagri).

L’Enel, dal canto suo, si è impegnata a mettere a disposizione delle associazioni agricole un indirizzo di posta elettronica “dedicato” al quale segnalare l’interruzione del servizio. L’intesa raggiunta con l’Enel in Prefettura affida anche alle associazione agricole il compito di raccogliere le segnalazioni degli associati e non e di informare l’Enel che provvederà ai ripristini della rete. La Capitanata è stata divisa in tre macroaree (Tavoliere, Gargano e Subappennino) proprio al fine di mettere l’Enel nelle condizioni di intervenire con maggiore tempismo”.