Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 182 visitatori e nessun utente online

loghisocialbondpercssSocial Bond UBI Comunità per Casa Sollievo della Sofferenza Chiuso con successo il collocamento

Particolarmente favorevole la risposta della Puglia dove ha agito  Banca Carime.  Lo 0,5% dell’importo sottoscritto sarà devoluto da UBI Banca a titolo di liberalità alla Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza e utilizzato per sostenere l’attività di ricerca scientifica nel campo delle malattie genetiche e neurodegenerative svolta dall’ospedale di San Giovanni Rotondo.

Bergamo, Bari 23 luglio -  Si è chiusa al termine del periodo di collocamento l’emissione del prestito obbligazionario “UBI Comunità per Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza” lanciato il 3 giugno da UBI Banca.
Raggiunto in meno di un mese l’obiettivo dei 20 milioni di euro, grazie alla sottoscrizione da parte di circa 800 investitori clienti della banca.
I proventi saranno devoluti nella misura dello 0,5%, a titolo di liberalità, alla Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza e verranno utilizzati per sostenere le attività di ricerca scientifica, clinica e pre-clinica, relative alle malattie genetiche, alla medicina rigenerativa e alle terapie innovative, svolte dall’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, Opera di San Pio da Pietrelcina.
“Il progetto UBI Comunità e al suo interno l’iniziativa dei Social Bond, è stato da noi promosso per diffondere la consapevolezza dell’importanza che il cosiddetto terzo settore ha assunto per l’economia e il funzionamento del Paese” commenta Rossella Leidi, Chief Business Officer di UBI Banca, che aggiunge “Siamo quindi soddisfatti nel constatare che i nostri clienti contribuiscono a determinare il successo delle iniziative proposte”.
“Il radicamento territoriale della nostra banca, associato all’elevato standing reputazionale di Casa Sollievo della Sofferenza sono stati i fattori che principalmente hanno determinato il buon esito dell’iniziativa, a testimonianza dell’importanza della collaborazione tra le eccellenze locali, anche quando appartenenti a settori diversi ”, sostiene Raffaele Avantaggiato, Direttore Generale di Banca Carime.
“La ricerca scientifica allineata ai migliori standard internazionali è un bene collettivo il cui presidio è appannaggio degli esperti e delle istituzioni, ma il cui sostegno trae beneficio da iniziative innovative come quella promossa dal Gruppo UBI Banca” afferma il Vice Presidente e Direttore Generale della Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza, Domenico Crupi. “L’interazione virtuosa tra parti della società ci permette di continuare a operare nel rispetto dei principi di sostenibilità economica, ambientale e sociale tutelando il diritto alla salute delle persone”.

I Social Bond di UBI Comunità

Da aprile 2012 il Gruppo UBI Banca ha emesso 30 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore complessivo di 317 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per quasi 1,6 milioni di euro. Nel 2013 sono stati assegnati a UBI Banca il premio per l’innovazione nei servizi bancari nella categoria “La banca solidale”, dell’Associazione Bancaria Italiana e il Premio Nazionale per l’Innovazione conferito dal Presidente della Repubblica


Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza

Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (www.operapadrepio.it) è un “ospedale religioso classificato” ad elevata specializzazione e costituisce un importante punto di riferimento assistenziale e di ricerca scientifica per il Centro-Sud d’Italia. Inaugurata da Padre Pio il 5 maggio 1956, dal 1971 ha il riconoscimento quale Fondazione di religione e di culto senza scopo di lucro e nel 1980 ha assunto la qualifica di Ospedale Generale Regionale inserito nel Sistema Sanitario Nazionale. Dal 1991 è riconosciuta dal Ministero della Salute quale Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per cui oltre a svolgere attività cliniche ed assistenziali si occupa di ricerca nel settore della malattie genetiche, terapie innovative e medicina rigenerativa. L’Ospedale dispone di 900 posti letto assicurando ogni anno prestazioni diagnostiche e terapeutiche ad oltre 56 mila ricoverati ed eroga 1,2 milioni di prestazioni ambulatoriali ad oltre 300 mila pazienti.

Per ulteriori informazioni
UBI Banca
Simone Zavatarelli – 030 24.33.591 - 335.82.68.310
Francesco Mascolo - 02 7781.4213 – 335.7819842

Banca Carime
Tommaso Basso – 080 5782426 – 335.8229127

Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza
Giulio Siena - 0882 410531