Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 216 visitatori e nessun utente online

A Orsara un nuovo impianto di trasformazione

Sarà inaugurato sabato 24 settembre dalla Cooperativa Agriorsara

Interverranno Eliseo Zanasi, Carmelo Rolla, Pietro Salcuni, Onofrio Giuliano e Giovanni Luppi

 

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – Sarà inaugurato domani, sabato 24 settembre alle ore 10, il nuovo impianto della Cooperativa Agriorsara per la trasformazione del pomodorino, del pomodoro e di altri ortaggi. L’inaugurazione, che si terrà negli stabilimenti di località Giardinetto, sarà presieduta dal presidente della cooperativa Michele Colangelo, dal sindaco di Orsara Mario Simonelli e dal presidente della società consortile Prospettiva Subappennino, Raffaele Cariglia. Interverranno Eliseo Zanasi (presidente della Camera di Commercio di Foggia), Carmelo Rolla (presidente Legacoop Puglia), Giorgio Mercuri (presidente Confcooperative Foggia), Pietro Salcuni (presidente Coldiretti Puglia), Onofrio Giuliano (presidente Confagricoltura Foggia), Raffaele Carrabba (presidente Cia Foggia), Luigi Inneo (presidente Copagri Foggia) e Giovanni Luppi (presidente nazionale Legacoop Agroalimentare). Al termine del taglio del nastro e degli interventi dei relatori, sarà offerto ai partecipanti un aperitivo “made in Orsara” con vini e prodotti tipici orsaresi.

“L’implementazione del nuovo impianto di trasformazione – dichiara Mario Simonelli, sindaco di Orsara di Puglia - conferma e potenzia le capacità del polo agroalimentare orsarese. Agriorsara è una realtà cooperativistica e imprenditoriale che ha dimostrato in questi anni di saper operare efficacemente e con lungimiranza sul mercato, puntando sulla aggregazione degli interessi dei produttori, sulla qualità dei prodotti e l’ammodernamento degli impianti necessari a lavorare gli ortaggi”.

Un potenziamento, quello del polo agroalimentare orsarese, confermato anche da realtà come la Cooperativa Giardinetto, una realtà produttiva che mette insieme 150 produttori agricoli, 600 ettari di colture orticole, 1500 ettari di cerealicole, un fatturato a sette zeri, con l’80 per cento della produzione indirizzata all’export in Europa e nel mondo, 20 lavoratori impiegati stabilmente e poco meno di 100 per 10 mesi all’anno. Non è un caso, dunque, se Orsara di Puglia registra un “indice di occupabilità” superiore di circa tre punti percentuali rispetto alla media provinciale. Nel 2010, la parte più cospicua dei 644 avviamenti al lavoro in aziende orsaresi ha riguardato proprio il settore agroalimentare, della silvicoltura e della pesca con ben 503 comunicazioni.