Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 313 visitatori e nessun utente online


uniRisultato eccellente che conferma serietà e severità
delle selezioni eseguite presso l'Università di Foggia.
Due dei test di selezione svolti lo scorso 8 aprile presso la Città del Cinema di Foggia, per l'accesso ai corsi di laurea di Medicina e Odontoiatria, sono risultati tra i “top five” d'Italia: uno si è piazzato al secondo posto con la valutazione finale di 78,60 e l'altro al quarto con la valutazione di 75,20, a brevissima distanza dal primo assoluto che ha ottenuto invece un esito di 80,50. Un risultato eccellente che conferma il grado di serietà e severità con cui, ormai da anni, l'Università di Foggia organizza questo genere di prove, anche se al momento resta impossibile stabilire se gli autori di questi exploit siano studenti foggiani o provenienti da altre città. Quelle appena trascorse, difatti, sono state le prime prove a validità nazionale con graduatoria unica sia per Medicina che per Odontoiatria, offrendo la possibilità a chi si è sottoposto al test di scegliere una sede prioritaria (l'Università dove studiare) e una serie di sedi alternative ad essa (in caso di posti già occupati). «Non possiamo sapere chi sono questi due ragazzi per via del necessario anonimato che disciplina questo genere di test – spiega il prof. Lorenzo Lo Muzio, direttore del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell'Università di Foggia – tuttavia abbiamo la certezza che, proprio grazie a questo exploit, studieranno a Foggia. Ovvero, avendo conseguito un risultato così importante, certamente saranno in cima alla lista dell'Ateneo che hanno indicato come prima scelta e dove si sono recati a svolgere i test, cioè il nostro. Per cui, al di là della loro provenienza, questi due bravi studenti verranno da noi, presso la nuova sede del Polo di ricerca biomedica dove stiamo per trasferirci». Il prossimo 5 maggio, infatti, cominceranno le lezioni presso la nuova struttura di via Napoli, che risulterà a pieno regime – tra allestimento delle lezioni, dei laboratori e delle altre strutture – al massimo entro il prossimo autunno. Soddisfazione per il risultato conseguito è stata espressa anche dal Rettore dell'Università di Foggia, prof. Maurizio Ricci. «E' vero, non possiamo sapere da dove provengono questi due studenti che già paiono dotati di grande talento – ha dichiarato il Rettore – ma la certezza di cui disponiamo non mi pare di poco conto, ovvero che, quelli che per adesso sono due brillanti promesse, metteranno le loro capacità a disposizione del nostro Ateneo, a conferma che il grado di preparazione scientifica con cui si misura questa Università è sempre più elevato».