Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 252 visitatori e nessun utente online

Sindaco-RettoreAmpia condivisione su programmi e prospettive.
Nuove tecnologie, infrastrutture, dialogo istituzionale, l'attivazione della Cardiochirurgia presso gli Ospedali riuniti,
la riapertura del Gino Lisa, il ritorno di Ingegneria gli argomenti affrontati con il Rettore.
Gettate le basi anche per la Fondazione Umberto Giordano.
Primo incontro istituzionale, dopo la sua elezione a primo cittadino, tra il Sindaco di Foggia dott. Franco Landella e il Rettore dell'Università di Foggia prof. Maurizio Ricci. E' avvenuto questa mattina a Palazzo Ateneo, dove il Sindaco (accompagnato per l'occasione dagli assessori comunali alla Pubblica Istruzione dott.ssa Carla Calabrese e alle Attività Economiche e Politiche Giovanili dott.ssa Eugenia Moffa) è stato accolto anche dal Prorettore vicario prof.ssa Milena Sinigaglia e dal Prorettore prof. Giovanni Cipriani. Sul tavolo degli argomenti, di un incontro in programma da settimane e rimandato solo per i rispettivi impegni, le nuove tecnologie di cui dotare le amministrazioni pubbliche; le infrastrutture e il loro ammodernamento; il dialogo istituzionale tra i due enti; l'attivazione del Corso di Laurea in “Ingegneria dei sistemi logistici per l'agroalimentare” proposto dall'Università di Foggia in collaborazione con il Politecnico di Bari, che potrebbe «rappresentare una nuova occasione di riscatto e di occupazione per i ragazzi foggiani» secondo il Sindaco di Foggia. Particolare attenzione, inoltre, è stata riservata a due grandi temi con cui la città si confronta da anni, purtroppo senza gli esiti sperati. L'attivazione delle strutture di Cardiochirurgia e Chirurgia vascolare presso l'Azienda ospedaliero-universitaria Ospedali riuniti di Foggia, quindi il ripristino dell'attività presso l'aeroporto civile Gino Lisa di Foggia. «L'Università apprezza molto gli sforzi e le energie che il sindaco sta profondendo per la, si spera definitiva, riapertura dell'aeroporto di Foggia – ha dichiarato il Rettore, prof. Maurizio Ricci –. Questo Ateneo accoglie molto spesso docenti, ricercatori e studenti stranieri: uno dei limiti maggiori di questa mobilità, da e per Foggia, è rappresentato senza dubbio dall'assenza di un aeroporto. Noi possiamo fare molto, ma, senza invasioni di campo che potrebbero essere fraintese, è bene che sia soprattutto il Comune a rappresentare le esigenze di una popolazione che adesso rivendica stessi diritti e stesse opportunità delle altre province pugliesi. Con la stessa energia, col sindaco abbiamo deciso che porteremo avanti anche l'istanza, presso la Regione, per l'attivazione urgente delle strutture di Cardiochirurgia e Chirurgia vascolare destinate agli Ospedali riuniti: reparti che rappresenterebbero un ulteriore passo verso l'eccellenza del nostro Policlinico. Il secondo in tutta la Puglia». Durante l'incontro sono state gettate, almeno teoricamente, le basi per l'eventuale costituzione della Fondazione Umberto Giordano, organismo culturale a esclusiva conduzione pubblica che potrebbe sintetizzare le migliori proposte del territorio. «Uno dei difetti principali di questo territorio è la mancanza di sintesi e di condivisione reale intorno a un progetto – ha aggiunto il Sindaco di Foggia, dott. Franco Landella –. Ci vengono presentate diverse iniziative, che provengono sia dalla società civile sia dal mondo intellettuale e quindi dall'Università. Sta a noi raccogliere, all'interno di un'unica cabina di regia, queste risorse affinché non vadano disperse. E la Fondazione Umberto Giordano, proprio perché dedicata alla memoria del più illustre concittadino di tutti i tempi, potrebbe rappresentare il luogo ideale per accogliere queste istanze, senza lasciare che le buone idee prendano altre strade. Dobbiamo, però, mettere insieme tutte le anime del territorio e collaborare con le altre realtà già esistenti, solo così possiamo proporci con forza, pluralità e credibilità. Sono molto soddisfatto, ma non c'erano dubbi, di constatare personalmente che col Rettore ci siano ampia condivisione sui programmi e ottime prospettive di percorrere un tratto di strada assieme: viaggiare sulla stessa lunghezza d'onda è una cosa che può fare bene al territorio, specie se a farlo sono due enti importanti come Comune e Università». Il Comune di Foggia, infine, ha generosamente rinnovato il patrocinio concesso all'Università di Foggia per la campagna di comunicazione “Guarda lontano, resta vicino”, che consiste nella gratuita affissione di 300 manifesti dall'1 al 15 settembre prossimo: una istanza, quella dell'Università, resa necessaria dall'affissione abusiva esercitata dai candidati al consiglio comunale in occasione della prima parte della stessa campagna, dall'1 al 15 aprile scorsi. «E' un'altra delle cattive abitudini a cui non possiamo rassegnarci – ha concluso il Sindaco – soprattutto se questo genere di abusi viene perpetrato nei confronti di un'istituzione come l'Università, a cui dobbiamo solo dire grazie per il contributo scientifico e culturale che elargisce al territorio. Per questo abbiamo concesso nuovamente, e senza esitazione, la nostra collaborazione alla seconda parte della campagna istituzionale dell'Università di Foggia».