Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 337 visitatori e nessun utente online


SantiagodelCile 2Mostra itinerante internazionale della letteratura italiana tradotta all'estero
col patrocinio di Ministero affari esteri – Ministero beni culturali della Repubblica Italiana


Written in Italy a Santiago del Cile
La mostra nella terra di Pablo Neruda, quattordicesima tappa dell'esposizione che torna per la terza volta in America Latina
Su invito del locale Istituto Italiano di Cultura e della Scuola Italiana Vittorio Montiglio, dal 10 al 14 novembre 2014 Written in Italy (prima mostra internazionale della letteratura italiana tradotta all'estero) verrà esposta a Santiago del Cile. Nella terra del Premio Nobel per la Letteratura Pablo Neruda, nella terra che molti italiani hanno scelto per vivere dagli anni Sessanta in poi: nel Paese che, negli ultimi anni, sta registrando una significativa crescita e un progressivo miglioramento delle proprie condizioni di vita. Si tratta della terza volta in America Latina per Written in Italy, dopo l'esordio internazionale di Cordòba (Argentina) nel maggio 2009 e dopo l'affermazione di Montevideo (Uruguay) nel marzo 2012. Reduce dalla straordinaria esperienza di Sydney, la mostra verrà allestita presso la Biblioteca della prestigiosa Scuola Italiana Vittorio Montiglio (http://www.scuola.cl/) proprio per ribadire il significato socio-culturale in essa contenuto: l'esportazione di una lingua come l'italiano che, seppure ritenuta ormai di nicchia poiché parlata solo da 70 milioni di persone al mondo, risulta in assoluto tra le lingue più apprezzate e tradotte al mondo. «Per noi è davvero una gioia speciale, poter ospitare la mostra anche qui a Santiago del Cile – spiega il Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura, dott.ssa Anna Mondavio –. Una gioia che abbiamo rincorso perché crediamo che l'impatto che potrà avere questa mostra, sugli alunni della scuola ma anche sugli italiani e cileni in genere, sarà un impatto molto forte e di grande suggestione. Siamo grati alla Scuola Italiana Vittorio Montiglio per il supporto organizzativo che ci metterà a disposizione, nonché per la grande disponibilità e prontezza con cui ha accettato questa sfida. Siamo altresì convinti che, quella di Santiago, sarà une delle più belle tappe di Written in Italy nel mondo». Un legame profondissimo quello tra Italia e Cile, al punto che lo stesso Neruda nel suo memorabile Confesso che ho vissuto scrisse «(...) la terra d'Italia conserva le voci dei suoi antichi poeti nelle sue purissime viscere. Nel calpestare il suolo delle campagne, nell'attraversare i parchi dove l'acqua scintilla, nel solcare le sabbie del suo piccolo oceano azzurro, mi sembrò di calpestare diamantine sostanze, cristalli segreti, tutto lo splendore conservato dai secoli». Un legame che adesso verrà ribadito dalla mostra che la Capitale cilena si appresta ad accogliere in una delle sue strutture di maggior prestigio. Written in Italy rappresenterà dunque l'Italia nell'ambito delle manifestazioni previste a Santiago del Cile in occasione della celebrazione della Settimana della lingua italiana nel mondo, appuntamento organizzato e coordinato ogni anno dal Ministero per gli Affari Esteri della Repubblica Italiana. La mostra, curata dal giornalista Davide Grittani, verrà allestita dal 10 al 14 novembre 2014 presso la Scuola Italiana Vittorio Montiglio di Santiago del Cile, conterrà circa 300 libri in rappresentanza di almeno 400 autori italiani e di circa 40 lingue tra le più diverse al mondo. In esposizione, inoltre, anche alcuni cimeli raccolti durante il grande viaggio di Written in Italy nel mondo, come alcuni libri autografati da Alberto Moravia e una traduzione del trattato sul Primo di Maggio di Edmondo De Amicis stampata a L'Havana di Cuba su carta di tabacco.
La scheda della mostra
Dal 2008 a oggi vi hanno aderito – concedendo a titolo gratuito le copie delle edizioni estere dei loro libri – oltre 80 scrittori e traduttori direttamente coinvolti, 60 editori, 15 agenzie letterarie e 70 tra Associazioni culturali, Fondazioni italiane ed estere, Istituti culturali. Il punto di massima espansione è stato raggiunto nell'ottobre del 2012, quando la biblioteca di Written in Italy constava di 2800 traduzioni in rappresentanza di 800 autori, 50 lingue e 19 alfabeti (successivamente la biblioteca è stata donata, ma sempre costantemente aggiornata, alla Fondazione del Salone internazionale del libro di Torino e alla Biblioteca provinciale Magna Capitana di Foggia).
Le tappe della mostra
Written in Italy è stata esposta a Foggia (5-15 gennaio 2009: Fondazione Banca del Monte, ospite Angela Terzani Staude vedova di Tiziano Terzani), a Roma (22-30 gennaio 2009: Casa delle Letterature, ospiti la cugina ed erede di Pier Paolo Pasolini signora Graziella Chiarcossi e la scrittrice Lidia Ravera), a Cordoba (in Argentina, presso la biblioteca della facoltà di lingue dell'Universidad nacional de Cordoba dall'11 al 15 maggio 2009), a Leuca (20-30 luglio 2009: presso le scuderie di Villa La Meridiana), a Skopje in Macedonia (28 settembre 2009 – 2 ottobre 2009, presso la Biblioteca nazionale di Skopje), a Vilnius (in Lituania, 18-21 febbraio 2010, presso la Vilnius book fair nella cornice del LitExpo), ad Amsterdam (in Olanda, dal 29 maggio al 2 giugno 2010, ospite del Salone di rappresentanza della Serena libri di Amsterdam), a Seoul (in Corea del Sud, dal 18 al 22 ottobre 2010, presso la Sogang University) a Torino (presso il Salone internazionale del libro dal 12 al 16 maggio 2011, per la presentazione del libro C'era un Paese che invidiavano tutti di Davide Grittani), a Doha (in Qatar, dal 17 al 24 ottobre 2011, presso il Katara cultural village), a Bologna (20 – 26 novembre 2011, presso la Mediateca di San Lazzaro di Savena), a Montevideo (in Uruguay, dal 19 al 23 marzo 2012, presso la Biblioteca nacional), a Sydney (in Australia, dall'1 al 5 maggio 2014, presso la State Library del New South Wales).
Il cammino in km
In tutto, se si considera anche la precedente tappa di Sydney, la mostra Written in Italy ha percorso oltre 180mila km: questa stima contiene anche il percorso compiuto dai soli libri, ovvero dai loro donatori – che molto spesso vivono all'estero – all'arrivo a destinazione (presso la sede dell'associazione culturale Cittadini di Macondo o, in taluni casi, direttamente presso il luogo in cui sono stati esposti).
Written in Italy a Santiago del Cile, la mostra è stata organizzata da
Ambasciata d'Italia - Santiago del Cile
Istituto italiano di cultura - Santiago del Cile
Scuola Italiana Vittorio Montiglio - Santiago del Cile
Associazione culturale Cittadini di Macondo - Foggia

Davide Grittani, giornalista
ideatore e curatore di Written in Italy
prima mostra della letteratura italiana tradotta all'estero
viale Cristoforo Colombo 165 - 71121 Foggia
Tel.: 3406017860