Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 278 visitatori e nessun utente online


universl'Università si stringe attorno alle popolazioni del Gargano colpite dalla terribile alluvione.
Foggia, Madrid e Salonicco unite dal progetto culturale “Lezioni di Mediterraneo”, ma il primo pensiero va alle vittime e agli sfollati di San Marco in Lamis,
Rodi Garganico, Vico del Gargano, Carpino, Peschici e Vieste.
Parte oggi l'ambizioso progetto interculturale denominato “Lezioni di Mediterraneo”, una Summer school ideata e coordinata dall'Università di Foggia (Dipartimento di Studi Umanistici e Area Relazioni Internazionali) in collaborazione con il Comune di Vieste e il pieno coinvolgimento delle Università di Madrid (Complutense) e Salonicco (Aristotle University of Thessaloniki): un vero e proprio esperimento scientifico-didattico che offre la possibilità, a studenti italiani e stranieri, di effettuare un percorso tra lettere, arti e multimedialità strutturato in forma seminariale e laboratoriale. Tuttavia, proprio nella giornata di apertura di questa bellissima esperienza allestita dall'8 al 12 settembre presso la sala conferenze del White Hotel di Vieste, il pensiero dell'Università di Foggia va alle popolazioni colpite dalla terribile alluvione dei giorni scorsi: San Marco in Lamis, Rodi Garganico, Vico del Gargano, Carpino, Peschici e appunto Vieste hanno pagato il prezzo più alto in questa sciagura senza precedenti, ragione per cui l'Ateneo dauno «esportando quello che meglio sa fare – dichiara il Rettore, prof. Maurizio Ricci –, ovvero progetti e cultura, intende esprimere tutta la propria solidarietà e la propria vicinanza alle famiglie direttamente e indirettamente coinvolte in questa tragedia». Quello che segue è il programma di “Mare Omnium - Lezioni di Mediterraneo”, il cui coordinamento scientifico è affidato al Prorettore e Delegato alle politiche culturali dell'Università di Foggia prof. Giovanni Cipriani.
Lunedì 8 settembre
ore 10:00 – 13:00 Sebastiano Valerio "Odissee: viaggi e naufragi letterari nel Mediterraneo".
Zosi ZOGRAFIDOU "La poesia del mare mediterraneo. Viaggiatori greci per l’Italia".
ore 14:30 – 17:30 Zosi ZOGRAFIDOU "Immagini della Terra di Puglia" con esercitazioni pratiche.
Martedì 9 settembre
ore 10:00 – 13:00 Domenico De Filippis “Un mercante del Quattrocento in viaggio nel Mediterraneo”.
ore 14:30 – 17:30 Patrizia Resta “Uno sguardo sul Mediterraneo: antropologico, politico, letterario, magico, religioso".
Mercoledì 10 settembre
ore 10:00 – 13:00 Mª Dolores Castro Jiménez “ULISSE E L’ODISSEA NELLA CANZONE D’AUTORE”.
ore 14:30 – 17:30 PATRICIA CANIZARES FERRIZ “Dalla letteratura alla leggenda: l’immagine di Virgilio come mago e profeta nel Medioevo”.
Giovedì 11 settembre
ore 10:00 – 13:00; 14:30 – 17:30 Giovanni Cipriani, Grazia Maria Masselli; Tiziana Ragno “Uno sguardo sul Mediterraneo: antropologico, politico, letterario, magico, religioso".
ore 21 anf. Adriatico - Saluti istituzionali e proiezione: Seneca – Medea, regia Pino Casolaro, produzione Giovanni Cipriani.
Venerdì 12 settembre
ore 10:00 – 13:00; 14:30 – 17:30 SEZIONE PEDAGOGICA E MULTIMEDIALE a cura di Pier Paolo Limone
"Digital Humanities nel mediterraneo: sette proposte per rivalutare il nostro patrimonio culturale in uno scenario globale”.


Davide Grittani, portavoce Università di Foggia • Via Gramsci 89/91 Foggia • 340.6017860