Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 241 visitatori e nessun utente online

 

CCS 2703Servirà a monitorare a distanza le condizioni di salute dei pazienti dimessi e affetti da scompenso cardiaco


É stato presentato ieri, nell'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza, il progetto "CARE@HOME - Il sistema informativo integrato per la gestione della continuità delle cure tramite assistenza domestica ed organizzazione degli interventi sociosanitari in pazienti fragili". All'evento erano presenti il direttore generale Domenico Crupi, il direttore sanitario Domenico Di Bisceglie, i medici e gli operatori sanitari dell'Ospedale.

«Il sistema - ha spiegato Marialisa Manuzzi di eResult - riceve i dati da un biopatch indossato dal paziente nella propria abitazione, che registra e trasmette via bluetooth tutti parametri utili a monitorare le condizioni di salute dell'assistito: frequenza cardiaca, elettrocardiogramma, attività respiratoria, posizione, postura, livello di attività e valori dell'accellerometro per studiare il potenziale rischio di caduta. Queste informazioni vengono trasferite, tramite una centralina, nella piattaforma digitale, pronte per essere consultate».

Permetterà inoltre di rappresentare i dati di sintesi e di dettaglio dei singoli pazienti, evidenziandone le variazioni significative e segnalando, attraverso algoritmi opportuni, la necessità di un intervento.

«CARE@HOME è rivolto prevalentemente ai pazienti con scompenso cardiaco, una vera epidemia che colpisce sopratutto le persone anziane - ha chiarito Antonio Greco, medico responsabile dell'Unità di Geriatria dell'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza -. Tutte queste informazioni cruciali, messe in rete e condivise dai medici e dai care givers, permettono di capire se il paziente dimesso è stabile, in miglioramento o se è necessario tornare subito in ospedale. Obiettivo finale è migliorare la sopravvivenza e la qualità di vita di queste persone».

Le prestazioni saranno poi registrate in una cartella clinica sociosanitaria consultabile da ciascun operatore, consentendo quindi una comunicazione multilivello.

Il progetto - finanziato dal Programma Operativo Fondo Europeo Sviluppo Regionale Puglia 2007-2013 Asse I, Linea di Intervento 1.4, Azione 1.4.2 “Investiamo nel vostro futuro” Bando “Supporto alla crescita e sviluppo di PMI specializzate nell’offerta di contenuti e servizi digitali - Apulian ICT Living Labs” - vede come ente capofila la eResult srl, assieme ai partner Sabacom srl e All Service Network srl (Asernet srl). Tra i Laboratori di Ricerca coinvolti vi sono il Dipartimento di Scienze Mediche di Base, Neuroscienze e Organi di Senso Università di Bari “Aldo Moro", il Consorzio CETMA, CNR - Istituto per la Microelettronica e Microsistemi (CNR-IMM) e Matrix spa.
L'utenza finale è rappresentata dall'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

COMUNICATO STAMPA