Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 312 visitatori e nessun utente online

corteiMigliaia di studenti pugliesi si sono mobilitati oggi in occasione dello sciopero generale indetto dalla Cgil e dalla Uil. Dai cortei alle assemblee, nelle piazze abbiamo ribadito la nostra contrarietà alle idee poco innovative del Governo che continuano a rendere il lavoro sempre più precario e poco tutelato, la scuola pubblica un luogo di competizione tra docenti e istituti appesi alla speranza dei finanziamenti privati, il nostro territorio una fonte di sfruttamento e deturpazione con le trivellazioni, inceneritori e cementificazione.

IL Jobs Act, la Buona Scuola e la legge Sblocca Italia non segnano alcun cambiamento di verso, ma ripropongono le stesse politiche che ci hanno portato nella situazione di crisi in cui viviamo. Per questo noi studenti continuiamo a mobilitarci affermando che questi provvedimenti non vengano propagandati in nostro nome: non migliorano il futuro dei giovani, ma lo destabilizzano e lo precarizzano. Quindi rispondiamo proponendo il rifinanziamento della scuola pubblica, luogo fondamentale per la costruzione di un modello alternativo attraverso i saperi; all’ideologia strumentale della meritocrazia e alla competizione opponiamo la realizzazione sostanziale del diritto allo studio; denunciamo i contenuti del Jobs Act che ci condannano ad un mondo del lavoro precario, con meno diritti, nessun sistema di welfare adeguato e ad una competizione sociale ed economica al ribasso.

COMUNICATO STAMPA