Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 263 visitatori e nessun utente online


telethonAncora tante iniziative da parte del Comitato Provinciale Foggia di Telethon, guidato da Nico Palatella. Tanti i modi che permetteranno la raccolta fondi per la causa. A partire dalla cena organizzata dallo stesso coordinatore, questa sera alle 21 presso il ristorante Aqua, dove presenzieranno tutti i delegati della provincia che hanno organizzato varie manifestazioni per la raccolta. La cena dal titolo “Un anno di noi”, vedrà anche una premiazione finale con riconoscimenti ai delegati storici del coordinamento e sarà allietata dal gruppo musicale di Troia, Black Mamba.
Ecco il calendario completo delle prossime iniziative:
• Questa sera – Apricena. Gara di pallavolo organizzata dalla società Olimpia Volley, con 4 partite di beneficenza in cui le giocatrici si autotassano per la ricerca. All’interno del palazzetto anche il gazebo per la raccolta fondi tenuto dalla Croce Rossa locale.
• Sabato 20 dicembre – Foggia – Basket al PalaPreziuso dalle ore 10:00 alle ore 12:30 con una partita tra i ragazzi delle varie associazioni di disabili sparse nel territorio. Ci saranno due squadre miste composte da ragazzi disabili, ma autonomi, dei centri Oasi Verde, Centro Diurno Candelaro, Il Sorriso, Centro Psichiatrico Il Sorriso, Ragioni del Cuore. Nell’intervallo varie sfide con coinvolgimento e premiazione dei ragazzi presenti tra il pubblico e al termine della gara una ricca premiazione finale. Il tutto sotto l’organizzazione impeccabile della Società Cooperativa Cammina con Noi.
• Domenica 21 dicembre – Vascone Torre Bianca (Lucera). Gara di pesca solidale con intero ricavato devoluto in beneficenza, ricavato derivante dalle iscrizioni dei partecipanti, dalle ore 08:00 alle 12:00. Alla gara, organizzata dalla Sezione Provinciale Foggia della FIPSAS con la collaborazione del Fovea Fishing Club e del Pesca Sport Lucera, prenderanno parte una trentina di partecipanti che poi si tratterranno per un rinfresco e uno scambio di auguri natalizi.
• Domenica 21 dicembre – Apricena. Gara ciclistica con partenza da Piazza Giovanni Paolo II alle ore 09:30. La gara consiste in una Gymcana dei piccoli, con annesso gazebo curato dalla Croce Rossa locale.
• Martedì 23 dicembre. Si chiuderà una raccolta fondi speciale organizzata dalla società ADN di Bisceglie, società che gestisce i contratti di una nota casa telefonica nazionale.
• Sabato 27 dicembre 2014 – Troia. Amichevole di beneficenza con raccolta di fondi e con ingesso ad offerta tra la squadra 2014/15 e una selezione di vecchie glorie del Troia. La gara si terrà a partire dalle ore 15 presso il campo sportivo della cittadina dauna.
• Sabato 27 dicembre 2014 – Trinitapoli – Gara di basket tra disabili in carrozzella, gara di pallavolo con un triangolare tra una selezione dell’Amministrazione Comunale e delle Forze dell’Ordine e altre due composte da 6 scuole di ballo locali. Le stesse scuoile di ballo forniranno, successivamente, alcune esibizioni per il pubblico presente. Al termine dell’incontro un professore dell’Università di Bari, il dott. Vincenzo Centonze, relazionerà sulle malattie rare e ci sarà un’esibizione musicale di un complesso locale di musica leggera.
• Sabato 27 dicembre 2014 – Apricena. Vendita mattutina presso il mercato settimanale delle piantine natalizie offerte dalla Forestale e in serata il Circolo cacciatori di Apricena organizzerà la Sagra del Cinghiale. Il ricavato di entrambe le manifestazioni andrà devoluto alla ricerca.
• Venerdì 2 gennaio 2015 – Apricena. Spettacolo a cura di Uccio De Santis(ideatore della famosa trasmissione televisiva Mudù) presso la Casa Matteo Salvatore. Inizio spettacolo ore 20 e incasso devoluto a Telethon.
Grande entusiasmo per il seguito ottenuto finora, anche nelle parole del dott. Franco Mezzadri, Direttore Sanitario degli Ospedali di Lucera, San Severo e Cerignola, che per il primo anno ha aderito alla raccolta portandola all’interno delle sue strutture: “Sono entusiasta perché dopo due ore avevamo finito tutti i gadget in vendita – ha ammesso il medico – ma allo stesso tempo penso che l’anno prossimo aderiremo nuovamente e con maggiori gadget a disposizione, perché in molti li hanno richiesti senza poterli avere. Sono convinto che in una struttura ospedaliera ci sia maggiore sensibilità e maggiore senso di protezione riguardo la raccolta fondi”.
Ufficio Stampa Telethon