Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 266 visitatori e nessun utente online

MICROMICRO

Lunedì 23 febbraio la presentazione del progetto che coinvolge 4 enti di ricerca: l'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo e l'AVR-Lab (Laboratorio di Realtà Aumentata e Virtuale) del Salento per l'Italia; la Fondazione per la Ricerca e la Tecnologia FORTH-IMBB di Heraklion e il Laboratorio di Microchirurgia dell'Università di Ionnina per la Grecia.

• La Casa Sollievo si occuperà principalmente della fornitura e dello sviluppo degli scenari tridimensionali per il simulatore chirurgico, testandone il funzionamento. Un altro compito sarà quello di produrre tutta la documentazione e il materiale multimediale necessario ad arricchire i contenuti della piattaforma di formazione a distanza e della biblioteca multimediale, che resterà a disposizione di quanti la vorranno utilizzare.

Lunedì 23 febbraio, alle 10.30 nell’aula magna dell'I.S.I.S "Luigi di Maggio" di San Giovanni Rotondo, l'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza presenterà il progetto di ricerca "MICRO - A cross-border microsurgery center of excellence for the promotion of research, training and educational". L’evento, aperto a tutti, rappresenta il primo Info-Day italiano organizzato dall’ospedale di San Pio.

Finanziato dal Programma Europeo di Cooperazione Territoriale Grecia-Italia 2007-2013, il progetto ha come obiettivo la creazione di un centro transfrontaliero di eccellenza per la promozione della ricerca, della formazione e della specializzazione in Microchirurgia. Coinvolge 4 enti di ricerca: l'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo e l'AVR-Lab (Laboratorio di Realtà Aumentata e Virtuale) dell'Università del Salento per l'Italia; la Fondazione per la Ricerca e la Tecnologia FORTH-IMBB di Heraklion e il Laboratorio di Microchirurgia dell'Università di Ionnina per la Grecia.

La microchirurgia è una pratica chirurgica specialistica che si effettua mediante la manipolazione al microscopio di strutture anatomiche di dimensioni millimetriche, permettendo di ripristinare organi danneggiati o ricostruire parti anatomiche compromesse a seguito di resezioni oncologiche, traumi o malformazioni. Viene utilizzata in chirurgia generale, oculistica, ortopedia, ginecologia, otorinolaringoiatria, neurochirurgia, chirurgia maxillo-facciale e chirurgia plastica per la riconnessione di strutture vascolari e nervose.

«Il lavoro al microscopio - spiega Roberto Cocchi direttore del dipartimento Testa-Collo dell'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza - implica l’acquisizione di movimenti e di abilità manuali che necessitano di un lungo periodo di training. Ad oggi ciò è possibile solo mediante l’esercizio su modelli in silicone o su modelli animali, non sempre a disposizione e di difficile gestione».

Chiara Copelli, chirurgo maxillo-facciale di Casa Sollievo, sottolinea l'importanza del progetto MICRO poiché “prevede l’applicazione della realtà virtuale allo sviluppo di un simulatore che consenta ai chirurghi di apprendere e di migliorare le tecniche microchirurgiche, favorendo così una maggior applicazione, anche a distanza, delle metodiche chirurgiche che ad oggi rappresentano il "gold standard" nella chirurgia ricostruttiva dei diversi distretti anatomici”.

Casa Sollievo si occuperà principalmente della fornitura e dello sviluppo degli scenari tridimensionali per il simulatore chirurgico, testandone il funzionamento. Un altro compito sarà quello di produrre tutta la documentazione e il materiale multimediale necessario ad arricchire i contenuti della piattaforma di formazione a distanza e della biblioteca multimediale, che resterà a disposizione di quanti la vorranno utilizzare.

La presentazione del progetto agli studenti delle scuole secondarie superiori rivestirà particolare interesse per gli studenti intenzionati a proseguire il percorso di studi nelle facoltà scientifiche e fornirà elementi utili a comprendere le attività che caratterizzano il profilo professionale del ricercatore nel settore dell’applicazione delle tecnologie innovative alla medicina.

Per l'Ospedale di San Pio interverranno: il direttore generale Domenico Crupi; Francesco Giuliani, responsabile dei Sistemi Informativi Innovazione e Ricerca, illustrerà i più importanti progetti di ricerca industriale attivati dall’Ospedale; a Chiara Copelli, chirurgo maxillo facciale, sarà affidata la relazione "Le problematiche della micro-chirurgia. Genesi del progetto MICRO".

In conclusione la relazione "Introduzione generale ai simulatori chirurgici. Progetti di ricerca dell'AVR-Lab" di Lucio Tommaso De Paolis, direttore del laboratorio, e la presentazione del simulatore chirurgico affidata a Francesco Ricciardi, ingegnere elettronico dell'Unità Innovazione e Sviluppo Tecnologico dell'IRCCS Casa Sollievo.

Comunicato Stampa