Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 50 visitatori e nessun utente online

colletta alimentare 2011Il 28 marzo tutti Volontari

Qualche ora, solo qualche ora della nostra giornata dedicata a chi ha bisogno. I tempi sono duri. Manca il lavoro. I servizi prioritari, quelli per una vita decente, sono sempre più labili e spesso burocratizzati da leggi e regole che guardano più al servizio che alla persona. Mancano vestiti. Mancano viveri. Mancano i farmaci, spesso quelli salvavita.
In quest’ottica, quella di fornire aiuto, sussistenza, a Monte Sant’Angelo è stata indetta la giornata della “Colletta alimentare cittadina”. Ad organizzarla è la Caritas Diocesana Vicaria del centro garganico. Grazie all’instancabile lavoro di Don Domenico Facciorusso, Parroco della Chiesa Santa Maria del Carmine e Direttore della Caritas Diocesana, il 28 marzo 2015 si svolgerà la colletta. Nel frattempo Don Domenico lancia un accorato appello “Cerco volontari per l’iniziativa”. Persone che tra giovani, fedeli e non, organizzazioni varie come Protezione Civile, Scout, Sportivi, etc.. dedichino gratuitamente e con amore e fratellanza del tempo per gli altri.
Ecco che anche quest’anno, si rinnova l'invito alla solidarietà attraverso un gesto concreto nei confronti dei più indigenti. Donare alimenti ai più bisognosi è un atto caritatevole che va vissuto con intima volontà di far del bene. In passato Monte ha risposto positivamente a tal gesto. Basta poco: recarsi presso i supermercati aderenti all’iniziativa e acquistare prodotti alimentari a lunga conservazione, che saranno destinati ai più poveri.
Tuttavia, non solo Caritas e Chiesa, negli anni scorsi hanno aderito e prodigati alla colletta alimentare. Le Istituzioni son sempre state al fianco di tal iniziativa, conferendo aiuti sostanziali. Il Sindaco Antonio di Iasio auspica che l’iniziativa veda la partecipazione di tutti i montanari «Per questa giornata, e non solo, invito tutti noi a vivere l'esperienza del dono. Un gesto semplice in grado però di restituire valore e dignità alla vita umana, a quanti vivono in condizioni di indigenza». Dello stesso parere è il Vice Sindaco nonché Assessore alle Politiche Sociali e alla Solidarietà, Felice Scirpoli, «Sono certo che anche quest'anno Monte Sant'Angelo risponderà con slancio e generosità a questa ‘gara' di solidarietà».
Che dire, insomma, tutti volontari affinché il 28 marzo sia il più bel giorno dei bisognosi di Monte Sant’Angelo