Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 235 visitatori e nessun utente online

vigili urbaniLa Polizia Locale impegnata per la tutela dei più deboli che abbandonati in stato di incapacità rischiano di essere pericolosi per se stessi e gli altri

La Polizia Locale è intervenuta nei giorni scorsi comunicando alla Procura della Repubblica un abbandono di incapace a carico dei familiari di un anziano che viveva in una situazione di degrado igienico sanitario personale e ambientale pericolosa anche per la pubblica incolumità del vicinato.
L'operazione, coordinata con i servizi sociali, ha permesso di constatare che l'anziano non è in grado di provvedere ai propri bisogni elementari e vive solo nonostante i problemi di salute. L'uomo è stato trovato in condizioni precarie e senza energia elettrica.
“Durante le fasi di intervento – spiegano dal Comando della Polizia Locale - nessuno tra i parenti ha mostrato interesse. Pertanto, a seguito delle indagini condotte, questa unità operativa ha depositato comunicazione di notizia di reato alla Procura della Repubblica a carico dei famigliari ai sensi dell’Art. 591 C.P. Abbandono di incapaci”.
Un'azione di prevenzione e di tutela a favore dei più deboli che vede impegnata la Polizia Locale al fine di preservare l'incolumità del soggetto in difficoltà e dei cittadini.
“L'abbandono di soggetti in difficoltà – conclude il Vice Sindaco e assessore alle Politiche Sociali – è un reato. Inoltre in situazioni di non capacità del soggetto debole di vivere in maniera decorosa c'è pericolo sia per l'incolumità dello stesso che disagi per i residenti. Ringrazio la Polizia Locale che anche in queste situazioni è vicina alla popolazione intervenendo con azioni di prevenzione e tutela dei cittadini”.

Il Portavoce
Marilia Castelli