Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 196 visitatori e nessun utente online

comunesanseveroRipristinata la fornitura dell’acqua presso il mercato rionale di via Alessandrini e presso alcuni uffici comunali, un disguido tecnico su cui ancora una volta si è avviata una campagna strumentale e diffamatoria

“L’Amministrazione Comunale ha appreso nella giornata di giovedì da un commerciante del mercato di via Alessandrini della sospensione della fornitura di acqua e già nella giornata di venerdì, quindi il giorno dopo, i tecnici dell’Aqp sono intervenuti per ripristinare il servizio. Presso il mercato rionale, nonostante l’intervento nella giornata di venerdì, si è dovuto attendere un altro intervento di questa mattina ed ora la situazione è tornata alla normalità. Si è trattato, nello specifico, di una incomprensione dovuta ad una bolletta di un valore esiguo che era stata portata in compensazione dall’Ente. Quindi non si tratta di una morosità del comune, ma di una semplice incomprensione”. Così da palazzo Celestini l’Amministrazione Comunale chiarisce la vicenda assicurando che gli uffici competenti si sono immediatamente mobilitati per chiarire l’equivoco.
“Ancora una volta – continuano i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale – si è voluto strumentalizzare una vicenda che nulla ha a che fare con la gestione politica né con la gestione della tecnostruttura, ma nata da un equivoco di corrispondenza con l’Aqp. Le campagne strumentali e diffamatorie artatamente messe in atto ancora una volta non trovano riscontro nella verità dei fatti. Il consigliere Stefanetti dovrebbe inoltre imparare a contare perché i segretari comunali che si sono alternati sono stati tre e non quattro come erroneamente indicato, uno dei quali per motivi personali ha chiesto di terminare il rapporto di lavoro presso l’Ente. Il consigliere dovrebbe essere anche a conoscenza che alcune carenze della macchina amministrativa sono state oggetto di lamentele già negli anni precedenti e quindi questa Amministrazione ha ereditato dal passato una serie di situazioni irrisolte e incancrenite che già dai primi giorni di mandato ha cercato di risolvere proprio per dare risposte ai cittadini e offrire servizi di qualità. È impensabile che in poco più di un anno di mandato l’Amministrazione avrebbe potuto porre fine a decenni di gestione improvvisata della cosa pubblica”.


Il Portavoce
Marilia Castelli