Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 84 visitatori e nessun utente online

CampagnaStop Usura
Protocollo d'intesa per il finanziamento di due premi di laurea (magistrale) da assegnare alle migliori tesi sulla lotta all'usura.
L'Ateneo e la Fondazione hanno costituito un Comitato etico per scrivere il bando, Buon Samaritano premierà con 1500 euro (ciascuna) le due tesi: in concorso studenti dei Dipartimenti di Giurisprudenza, Economia e Studi Umanistici.
L'iniziativa intitolata alla memoria di Lucia Navazio, prematuramente scomparsa.
L'Università di Foggia e la Fondazione antiusura Buon Samaritano di Foggia, lo scorso 6 aprile, hanno sottoscritto un protocollo d'intesa finalizzato all'assegnazione di due premi di laurea (magistrale) da assegnare alle migliori tesi realizzate entro la sessione dell'anno accademico 2015/16 da studenti dei Dipartimenti di Giurisprudenza, Economia e Studi Umanistici. Le tesi di laurea dovranno avere come oggetto il drammatico tema dell'usura, trattato sotto l'aspetto storico, giuridico, culturale o socio-economico.
Il protocollo è stato sottoscritto dal Rettore dell'Università di Foggia prof. Maurizio Ricci e dal Presidente della Fondazione antiusura Buon Samaritano ing. Giuseppe Cavaliere. Lo scopo è quello di formare, soprattutto tra gli studenti universitari e più diffusamente tra le nuove generazioni, una coscienza sufficientemente critica e dettagliatamente informata sull'usura: su che cos'è realmente, a che cosa costringe, quindi come riduce chi purtroppo ne fa ricorso. Elaborando una tesi universitaria, gli studenti avranno la possibilità – documentandosi e acquisendo informazioni socio-storiche a riguardo – di entrare in relazione con uno dei crimini più diffusi e paradossalmente meno puniti nel Sud Italia (dati Istat 2015). Il valore dei premi di laurea sarà di 1500 euro per ciascuna delle tesi, e tutto il progetto – che naturalmente le parti si augurano di poter reiterare negli anni avvenire, fino a renderlo magari continuo e sistematico – è stato intitolato alla memoria del magistrato della Procura di Foggia che più degli altri si era occupato dei misfatti, dei crimini e dei processi per usura durante la sua attività, fino alla sua prematura scomparsa: ovvero la dott.ssa Lucia Navazio.
Per la definizione del bando di assegnazione dei premi, l'Ateneo e la Fondazione Buon Samaritano hanno lavorato anche alla costituzione di un Comitato etico composto dai docenti dell'Università di Foggia proff. Pasquale Pazienza, Patrizia Resta e Giandomenico Salcuni e dagli avvocati dott. Nicola Cintoli e Maria Laura Trisciuoglio. I due premi, proprio perché saranno individuati tra le tesi che saranno presentate e discusse entro l'anno accademico 2015/16, verranno attribuiti e consegnati nell'aprile del 2017.

Davide Grittani