Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 417 visitatori e nessun utente online

Politica

comunesanseveroIl Sindaco Miglio: “Immobile di Via Terranova: nessuno spreco, anzi una migliore gestione e nuovi importanti servizi alla città”.

“La polemica fine a se stessa non è assolutamente costruttiva, è desiderio di quest’Amministrazione soffermarsi sui risvolti positivi che potrebbero ricadere a beneficio dei cittadini e della comunità”. Il Sindaco avv. Francesco Miglio stempera i toni sulle dichiarazioni rese alla stampa da parte di due consiglieri della minoranza consiliare, avv. Rosa Caposiena e Francesco Stefanetti, circa la volontà espressa dalla Giunta Comunale di concedere l’utilizzo dell’immobile di proprietà di Via Cesare Terranova, che fino a poche settimane fa ha ospitato gli Uffici del Giudice di Pace, recentemente ritornato nello stabile storico di Via Imbriani.
“Dopo l’adozione di un atto importante, apprezzato da tutta la classe forense e da tanti cittadini - continua il Sindaco Miglio – con cui abbiamo conferito nuovamente la giusta dignità agli Uffici Giudiziari decentrati del Tribunale di Foggia, abbiamo ritenuto di accogliere, quale mero indirizzo, la richiesta della Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio onlus che ha richiesto di avere in uso la palazzina di via Terranova, per la realizzazione di due ambulatori riabilitativi: uno da dedicarsi agli utenti affetti da autismo e l’altro alla riabilitazione neurologica ed ortopedica, entrambi da convenzionarsi con il Servizio Sanitario Nazionale. E’ una iniziativa che a nostro avviso è indirizzata nell’interesse dell’intera collettività locale: molti pazienti sanseveresi, infatti, sono costretti a recarsi con notevoli costi aggiuntivi fuori dal territorio urbano per raggiungere i più vicini centri di riabilitazione. La realizzazione a San Severo di questo polo consentirebbe alla nostra città di essere il nuovo riferimento anche per gli utenti dei centri di riferimento del nostro territorio e potrebbe anche consentire un impatto senza dubbio positivo sulle forza lavoro cittadina. Premesso che sarà il Dirigente dell’Area Patrimoniale ad individuare e porre in essere tutti gli atti consequenziali, occorre anche precisare che il canone di locazione sarà stabilito sulla scorta delle quotazioni immobiliari presenti nella banca dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate per immobili similari, mediante stima puntuale da effettuarsi da un tecnico comunale. Pertanto anche le considerazioni espresse dai due consiglieri su eventuali sprechi sono fuori luogo: per l’immobile di Via Salza che ospita i Servizi Sociali, quest’Amministrazione paga una cifra che sarà largamente compensata da quella che potrebbe essere incamerata con la locazione, a fronte, però, della erogazione di due nuovi e fondamentali servizi che potrebbero essere erogati a favore di tutta la nostra collettività. Insomma, quest’Amministrazione non perde davvero occasione per “sprecare” risorse e per gestire malamente il patrimonio pubblico, come evidenziato da due consiglieri di minoranza, ma anzi si attiva per usufruire al meglio del proprio patrimonio immobiliare e per potenziare i servizi utili alla cittadinanza. Ad ogni modo ribadiamo che il deliberato della Giunta Comunale è solo un atto di indirizzo, il Dirigente e gli uffici comunali al Patrimonio dovranno procedere allo studio di fattibilità ed a tutti i consequenziali atti che saranno poi trasmessi all’Amministrazione per una successiva e definitiva valutazione” conclude il Sindaco Francesco Miglio.

Il Portavoce
Michele Princigallo