Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 265 visitatori e nessun utente online

Politica

mongiello

"L'INPS ha presentato un conto salatissimo ai lavoratori della pubblica amministrazione dei Comuni colpiti dal sisma del 2002 in provincia di Foggia e Campobasso, e lo ha fatto violando gli atti del Governo e del Parlamento". Lo afferma l'on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, commentando il voto positivo dell'Aula al suo ordine del giorno con cui si impegna il Governo "ad intraprendere ogni utile e urgente iniziativa" a far rispettare "i criteri di rateizzazione previsti dall'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2002".
"A fronte di una rata mensile di 15-30 euro per la restituzione dei versamenti sospesi nell'immediatezza del sisma - afferma Mongiello - l'INPS sta effettuando trattenute in busta paga di 150-200 euro che comprendono l'applicazione di inspiegabili sanzioni. Ciò nonostante siano già numerose le sentenze favorevoli ai lavoratori che hanno fatto ricorso all'autorità giudiziaria per ottenere la conferma dei criteri di restituzione fissati 15 anni fa.
Ecco perché ho chiesto al Governo di intervenire con urgenza per far cessare questo intervento vessatorio, che, peraltro, espone la pubblica amministrazione ed i dipendenti interessati ad inutili e costosi contenziosi.
L'approvazione dell'ordine del giorno nel contesto della discussione in Aula sui provvedimenti che interessano le aree del centro Italia colpite dal terremoto - conclude Colomba Mongiello - mi rende ottimista sul buon esito della vicenda, ulteriore strascico negativo di una calamità costata tante vite umane e tantissimi danni materiali".