Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 348 visitatori e nessun utente online

Politica

davide emanueleDichiarazione del segretario cittadino del Partito Democratico di Foggia Davide Emanuele

La campagna elettorale restituisce vista e voce a chi ha sgovernato la città fino ad oggi.
E' il caso del presidente del Consiglio comunale Luigi Miranda sceso ieri da Palazzo di Città dopo 4 anni e mezzo per scoprire che esiste il Quartiere Ferrovia e che in quella zona di Foggia ci sono problemi irrisolti e aggravati dall'Amministrazione di cui è parte.
E con lui hanno ritrovato voce e vista consiglieri comunali e dirigenti politici opportunisticamente approdati alla Lega dopo aver circolato e sostato nelle tante stanze della destra foggiana.
Toccava a loro rispondere alle istanze degli abitanti di quella zona di Foggia. Toccava a loro garantire ordine e decoro alle strade e alle piazze. Toccava a loro fornire servizi, anche di mediazione linguistica e culturale tra cittadini foggiani e cittadini stranieri. Toccava a loro scongiurare la concorrenza sleale degli ambulanti e dei commercianti che operano illegalmente. Toccava a loro promuovere azioni e attività di rinascita civica e culturale di quel quadrilatero urbano.
E non hanno fatto niente di tutto ciò. Lo so perché ogni pomeriggio attraverso quelle strade per andare al Circolo cittadino del Partito Democratico che si trova in via Isonzo da prima che il PD nascesse. Lo so perché la nostra segretaria provinciale e tanti nostri militanti e dirigenti vivono e operano in quella zona e ogni giorno si confrontano con chi ci vive e con i problemi che vivono.
Miranda, Uristti, Vigiano, Splendido, La Torre non hanno fatto niente. E ora si propongono come il cambiamento, il nuovo, il futuro. Hanno fallito e pensano di prendere in giro la città indossando una divisa diversa.
I foggiani non sono così ingenui e le urne delle amministrative lo dimostreranno.