Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 242 visitatori e nessun utente online

Politica

 

pacincontro“La nuova Pac 2014-2020 darà la possibilità di rilanciare il settore agricolo locale se la politica, le associazioni di categoria, gli imprenditori del settore, i consorzi e le realtà istituzionali presenti sul territorio sapranno fare fronte comune e individuare un piano unico di sviluppo rurale e agricolo”. Così il Vice Sindaco, Francesco Sderlenga, ha illustrato al Vice Ministro Andrea Olivero le finalità del programma agricolo che l'amministrazione comunale intende perseguire durante il suo mandato, invitando l'esponente regionale a sollecitare la Regione Puglia alla definizione del Psr (Piano di Sviluppo Rurale).
“La Pac – spiega il Vice Sindaco – vedrà l'Europa e la Regione stanziare milioni di euro per il rilancio dell'agricoltura sul territorio pugliese, solo le Regioni con il Psr avranno a disposizione 21 miliardi di euro. Le istituzioni sono quindi in questo primo momento di programmazione chiamate a lavorare insieme affinché vengano sul territorio intercettate quante più risorse possibili. A tal proposito abbiamo già incontrato nei giorni scorsi i consorzi, le associazioni agricole, i rappresentanti di categoria e i responsabili del Gal Daunia Rurale al fine di definire un programma unico di azione puntando sulla valorizzazione dei prodotti, del territorio in un quadro di sviluppo turistico enogastronomico e di nuove realtà imprenditoriali come le fattorie didattiche e le fattorie sociali”.
I dettagli tecnici della Pac sono stati illustrati dal Presidente Provinciale delle Acli, Fabio Carbone, dal Presidente Provinciale Acli Terra, Biagio Piemontese e dal Presidente Nazionale di Acli Terra, Michele Zannini.
“L'economia cittadina – conclude il Sindaco Francesco Miglio – affonda le sue radici in una tradizione agricola di qualità e senza inventarci nulla di nuovo per creare sviluppo dobbiamo semplicemente tornare a ciò che più sappiamo fare. È ovvio che anche l'agricoltura è cambiata e l'amministrazione comunale avrà il compito di programmare un rilancio del settore secondo i nuovi mercati e le nuove opportunità turistiche spingendo le nuove generazioni ad una nuova imprenditorialità grazie anche agli aiuti finanziari della Pac”.


Il Portavoce
Marilia Castelli

COMUNICATO STAMPA