Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 184 visitatori e nessun utente online

Politica


comunetroiaI gruppi di minoranza disertano il Consiglio Comunale del 29 dicembre, svilendo le competenze e prerogative dell’incontro.

A Troia il Consiglio Comunale del 29 dicembre (regolarmente convocato negli scorsi giorni) è stato totalmente disertato dalla minoranza, con Matteo Cuttano unico consigliere a dare giustificazione della propria assenza.
Un fatto grave, privo di qualsivoglia giustificazione, che mortifica la funzione stessa del Consiglio Comunale di composizione degli interessi di un’intera cittadina e vaglio di decisioni vitali per la popolazione. Mancare ad un appuntamento così importante, simbolo di dialogo e confronto democratico, è sintomatico dello svilimento dello stesso voto ricevuto dalla minoranza. Una mancanza di rispetto nei confronti di cittadini ed istituzioni, guidata, è evidente, da desideri di protagonismo.
Una minoranza rappresentativa di una fetta significativa di elettori, che, evidentemente, non è abituata a dialogare nei banchi dell’Aula Consiliare o delle commissioni preposte, ma che si arroga il diritto di farlo con manifesti e volantini per la maggiore infamanti, arroccandosi dietro le pagine dei social network.
Gruppi di opposizione sempre assenti, sia nelle vesti di consiglieri che come cittadini, a quelli che sono gli incontri pubblici organizzati per informare la cittadinanza, come l’ultimo del 23 dicembre scorso, per la TARI, dove nessuna delle forze di minoranza si è presentata, nonostante fino al giorno prima tutti si fossero fatti portatori di verità dogmatiche e soluzioni di immediata fattibilità.
Una minoranza affetta dalla frustrazione del non avere argomenti, segno palese, manifestatosi nella stessa volgarità degli attacchi in cui si è profusa in questi giorni.

“Una simile defezione è chiaramente da interpretarsi non, come propinato, atto di opposizione, ma come svuotamento di quelle che sono le prerogative del consiglio”, commenta il sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, “una gravissima mancanza di rispetto per cittadini ed istituzioni, la manifestazione di una grave deriva democratica, che vede le forze di minoranza animate da spinte egoistiche di protagonismo. Come Sindaco della Città di Troia, sono di nuovo, per l’ennesima volta, a richiamare all’ordine i Consiglieri di minoranza, pregandoli di voler tornare a svolgere il proprio mandato con rispetto delle istituzioni e dei cittadini”.

Domenico De Felice
Ufficio Stampa Comune di Troia