Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 190 visitatori e nessun utente online

Politica

comunesanseveroIl Consiglio di Stato scrive la parola fine al ricorso elettorale che è stato giudicato irricevibile dai giudici della V sezione dell'Alta Corte Amministrativa


La V sezione dell'Alta Corte Amministrativa ha scritto finalmente la parola fine alla querelle inscenata da alcuni esponenti di opposizione, dichiarando irricevibile il ricorso al Consiglio di Stato che chiedeva la riformulazione della sentenza del Tar Puglia e l'annullamento delle elezioni amministrative del 25 maggio 2014.

“Questa sentenza – spiega il Sindaco Francesco Miglio –, pone fine ad una vicenda che ha contribuito solo a creare polemiche strumentali. Già il Tar Puglia aveva ravvisato l'irricevibilità del ricorso, ma si è voluto proseguire nonostante tutto fino al massimo grado di giudizio. Ora che anche il Consiglio di Stato si è espresso lasciamo che i cittadini valutino l'intera vicenda e chi in questi mesi ha strumentalizzato la questione”.
I giudici del Consiglio di Stato hanno però decretato la compensazione delle spese del doppio grado di giudizio.

“Con questo inutile ricorso – continua il Sindaco Francesco Miglio – inscenato solo per creare polemiche e giustificare la sonora sconfitta elettorale, anche le casse comunali dovranno contribuire alle spese legali visto che il Comune è stato chiamato in causa dai ricorrenti. Ancora una volta prendiamo le distanze da questo modo di fare politica che non tutela il bene comune”.
Il primo cittadino e gli amministratori comunali hanno anche ringraziato l'avvocato Giacinto Lombardi, che ha difeso le liste e i candidati della coalizione Bene Comune e gli avvocati che hanno difeso l'Ente Mario Carlino, Aldo Loiodice e Raffaele Irmici. “Si tratta di professionisti seri – continua il Sindaco Francesco Miglio – finiti anche loro nella macchina del fango come tutti noi mentre svolgevano, ed egregiamente, il loro incarico professionale”.
Tuttavia, ora che la questione è giunta a termine il primo cittadino auspica un confronto sui temi che realmente interessano i cittadini.

“Mi auguro che da ora in poi – conclude il Sindaco Francesco Miglio –, si possa discutere dei problemi della città e delle vie da seguire per risolverli. Questa Amministrazione da sempre si è dimostrata attenta al confronto, se questo è finalizzato ad una seria collaborazione e non ad inutili beghe politiche. In questo momento difficile per la comunità sotto tanti aspetti è necessario davvero che la classe politica metta da parte le strumentalizzazioni e si adoperi per il bene della collettività”.

Il Portavoce
Marilia Castelli