Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 520 visitatori e nessun utente online

Politica

comunesanseveroIl coordinamento a lavoro anche per programmare la nascita di nuovi servizi

Il Coordinamento Istituzionale dell’Ambito Territoriale Alto Tavoliere ha approvato la riprogrammazione 2015 dell’attuale Piano Sociale di Zona. Le nuove risorse saranno destinate a garantire la continuità dei servizi e per l’avvio di quelli non ancora esistenti, mentre sono in fase di progettazione nuovi interventi per il territorio come la realizzazione di un asilo nido comunale nel Comune di San Severo. La riprogrammazione è stata posta al vaglio anche dei sindacati e del forum del terzo settore.
Il Coordinamento Istituzionale dell’Ambito Territoriale Alto Tavoliere ha approvato le proposte progettuali da finanziare nell’ambito dei PAC - Piani di azione e coesione del Ministero dell’Interno per interventi in favore dell’infanzia e per i servizi di cura agli anziani non autosufficienti. Per quanto riguarda i servizi di cura all’infanzia, lo stanziamento effettuato dal Ministero in favore dell’Ambito Alto Tavoliere è pari a 1.415.370 euro.
“Il piano di interventi – spiega il Vice Sindaco Francesco Sderlenga - si pone l’obiettivo di: mantenere e incrementare i livelli di servizio degli asili nido a titolarità pubblica dei comuni di Apricena, Chieuti e Torremaggiore e ampliare l'offerta dei servizi nido, attraverso l'acquisto di posti nido in strutture a titolarità privata. Per la prossima programmazione lavoreremo per la realizzazione di nuove strutture comunali a servizio della collettività, come l'asilo nido per la città di San Severo”.
Nel dettaglio, le risorse PAC saranno utilizzate per assicurare: 20 posti dell’asilo comunale di Apricena, 30 posti dell’asilo comunale di Chieuti, 52 posti dell'asilo nido comunale di Torremaggiore; nonché i 52 posti in servizi nido a titolarità privata.
Il Piano di intervento per i servizi di cura agli anziani non autosufficienti, invece, mira a concorrere al mantenimento dei livelli delle prestazioni socio assistenziali integrate a prestazioni sanitarie (ADI) e dei livelli di Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD), migliorandone nel contempo la qualità dei servizi stessi. Nello specifico, il piano prevede il mantenimento delle prestazioni socio assistenziali integrate a prestazioni sanitarie (ADI), attraverso il raggiungimento di 58 utenti a cui saranno erogate 40 ore di servizio alla settimana, per un totale di 27.840 ore, per una spesa complessiva pari a 545.106,89 euro.
“Per quel che concerne il servizio SAD, l’Ambito – aggiunge il Vice Sindaco Francesco Sderlenga - intende raggiungere, complessivamente nell'anno 2016, 93 utenti a cui saranno erogate 29.916 ore di servizio per una spesa complessiva di 517.938,23 euro”. Di questi 229.965,12 euro sono le risorse PAC destinate all'intervento, attraverso cui l'Ambito raggiungerà 37 anziani non autosufficienti non in ADI a cui saranno erogate 12.444 ore di servizio.
“Con le future programmazioni del Piano Sociale di Zona – conclude il Sindaco Francesco Miglio – avvieremo un percorso condiviso con tutto il territorio dell'Alto Tavoliere al fine di permettere sempre più servizi alla collettività”.


Il Portavoce
Marilia Castelli