Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 337 visitatori e un utente online

Politica

marascoMarasco: “Il CSDAT frutto della nostra programmazione, mentre Landella latita su manutenzione delle strade, pubblica illuminazione, emergenza abitativa e scuole”

“Abbiamo consentito noi che Landella andasse all’Expo a presentare il Centro Servizi del Distretto Agroalimentare del Tavoliere. Avevamo firmato la convenzione già nel 2013 giusta Deliberazione di Consiglio Comunale n. 166 del 18.07.2013, circostanza che Landella dovrebbe ricordare visto che era presente a quella seduta di consiglio. Il CSDAT è uno dei buoni frutti della programmazione attuata negli scorsi anni”. L’ex candidato sindaco del centrosinistra, Augusto Marasco, commenta così un’importante conquista storica per Foggia, dove il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) gestirà assieme al Comune con il PIT n.1 Tavoliere, all’Università e al CRA, una struttura in cui ricerca e innovazione saranno messe al servizio delle principali filiere agroalimentari della Puglia e non solo, per far crescere la qualità e con essa le imprese capaci di innovare. “Il Centro Servizi – ha aggiunto Marasco – è solo uno degli esempi di quanto sia stato importante il lavoro svolto negli anni scorsi. Oggi, quella visione di sviluppo sta dando i propri frutti. Sarebbe importante che lo riconoscesse anche il sindaco. Landella comprenda che non è possibile continuare a vivere di rendita o, peggio, a gestire l’emergenza come dilettanti allo sbaraglio”. Augusto Marasco si riferisce a una lunga serie di questioni. Dalla raccolta differenziata, la cui fase di sperimentazione avrà un raggio d’azione molto meno ampio di quanto fosse stato programmato e approvato dalla Regione, alla manutenzione delle strade, alla pubblica illuminazione, all’emergenza abitativa, all’igiene e la sicurezza nelle scuole comunali. “Ogni volta che commette un errore o non riesce ad affrontare un problema, Landella ripete il ritornello dei 10 anni di centrosinistra. In realtà – ha concluso Marasco – senza quei 10 anni, oggi i foggiani assisterebbero soltanto a figure indecorose come quella fatta dall’Amministrazione per il primo giorno di riapertura delle scuole. Questi sono gli imbarazzanti risultati di chi ha l’onere e l’onore quanto meno di saper ”amministrare” non dico di “governare” la nostra Città che è ben altra cosa”.