Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 277 visitatori e nessun utente online

Politica

miglio1Servizio mensa, l'Amministrazione Comunale annuncia serrati controlli a sorpresa tra l'utenza della commissione qualità per garantire il rispetto di quantità e qualità del cibo così come previsto dal capitolato di gara

L'Amministrazione Comunale fa chiarezza sulla gestione del servizio mensa dopo le polemiche di anziani e disabili che dallo scorso 1 ottobre hanno usufruito dei pasti e tranquillizza i genitori degli alunni che usufruiranno del servizio a partire dalle prossime settimane.
“Nel 2004 - spiega l'assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Sociali, Simona Venditti - l'allora amministrazione ha concesso in locazione gratuita per 17 anni un immobile comunale per realizzare un punto cottura sul territorio. L'anomalia è che questa concessione non è stata connessa in alcun modo all'erogazione del servizio di mensa, così che il Comune se da un lato ha trovato un modo estemporaneo per dotarsi di un punto cottura sul territorio dall'altro ha inibito la produzione dei pasti in loco qualora, come in questo caso, la ditta concessionaria del centro cottura non si fosse aggiudicata l'appalto”. Scelte che secondo gli amministratori di palazzo Celestini hanno ipotecato il futuro della comunità. “Purtroppo - continua l'assessore Simona Venditti - pur condividendo le preoccupazioni dei cittadini, siamo consapevoli che ogni transizione nella gestione di questo servizio procura legittimamente preoccupazioni ma ieri abbiamo chiesto ai cittadini di stringere un'alleanza finalizzata a mantenere alta l'attenzione sul tema, mediante l'avvio di una serie di controlli sulla qualità. A tal uopo, verrà riconvocata la commissione sul controllo mensa, integrata con la presenza di una rappresentanza degli anziani, mediante cui i rappresentanti dei fruitori del servizio e l'amministrazione, anche a sorpresa, effettueranno controlli a campione e verificheranno la corrispondenza tra servizio offerto e quello previsto da contratto. La commissione, è infatti uno strumento collaudato, che ha svolto negli anni scorsi un ruolo determinante per garantire migliorie al servizio. Noi intendiamo usufruirne e migliorarla”.
L'Amministrazione Comunale ha tranquillizzato l'utenza annunciando che è già in corso un dialogo con l'azienda che gestisce il servizio al fine di ridurre i tempi di consegna impiegando maggiore personale.
“Purtroppo – conclude il Sindaco Francesco Miglio – ci siamo trovati ad ereditare un bando di gara che non ha tenuto conto degli input migliorativi che in passato i cittadini avevano sollecitato. Oggi possiamo solo far valere tutti gli strumenti di controllo a nostra disposizione per consentire il rispetto alla lettera del capitolato, sia in termini di qualità che di quantità dei pasti. L'azienda ha già fornito l'apertura a qualsivoglia interlocuzione in merito al miglioramento del servizio ma se non dovesse rispettare quanto previsto partiranno le sanzioni fino a giungere alla rescissione del contratto. In questa vicenda non siamo la controparte, ma siamo al fianco dei cittadini che con noi parteciperanno al controllo del servizio”.


Il Portavoce
Marilia Castelli