Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 196 visitatori e nessun utente online

Politica

forza italiaPromozione turistica, Michaela Di Donna (Forza Italia): “Dal neoassessore Loredana Capone una replica degli errori commessi dal centrosinistra negli ultimi dieci anni di governo regionale. Urgente un cambio di passo e di strategia che valorizzi le immense ricchezze storiche, paesaggistiche e culturali della provincia di Foggia”

“Come volevasi dimostrare, il tratto politico della nuova Giunta regionale in materia di turismo e promozione del territorio si muove in assoluta continuità con l’eredità della stagione di governo di Nichi Vendola. Una stagione in cui la Capitanata godeva di un’attenzione tanto scarsa quanto inesistente. Il tanto sbandierato ‘cambio di passo’, dunque, è rimasto un annuncio da campagna elettorale, con il Governatore Michele Emiliano che si è subito reso protagonista della prima promessa disattesa”. È il commento di Michaela Di Donna, componente della direzione regionale di Forza Italia, alle dichiarazioni del neoassessore regionale all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone.
“L’assessore Capone cita come un risultato di straordinario valore le due puntate che la nota trasmissione televisiva della Rai ‘Ulisse’ ha dedicato alla Puglia. Nel lungo elenco dei luoghi che il programma di Alberto Angela ha mostrato al pubblico italiano, però, l’assessore ha dimenticato di citare la provincia di Foggia, che pure di eccellenze storiche, paesaggistiche e culturali è colma – sottolinea Michaela Di Donna –. E fa ancor più riflettere il fatto che proprio la Capone sottolinei con orgoglio come l’organizzazione delle due puntate di ‘Ulisse’ sia avvenuta in collaborazione con l’Agenzia regionale Pugliapromozione”.
“Con tutta onestà, e senza voler peccare di sterile campanilismo, mi pare di poter dire senza timore di smentita che si è trattato di una visione parziale della ricchezza pugliese, di un riflesso culturale e mentale che continua a soffrire di uno strabismo che produce una evidente sottovalutazione di una parte importantissima della Puglia – evidenzia l’esponente di Forza Italia –. Sarebbe addirittura superfluo citare le innumerevoli eccellenze della Capitanata: da Monte Sant’Angelo, il cui sito è patrimonio dell’Unesco, alla immensa tradizione dei borghi dei Monti Dauni fino alle splendide località balneari del Gargano e delle Isole Tremiti. Una provincia che dunque meriterebbe ben altra attenzione e la costruzione di ben altre politiche di promozione e marketing territoriale rispetto a quelle messe in campo negli ultimi dieci anni ed oggi, purtroppo, replicate dalla nuova Giunta regionale”.
“Duole davvero, al netto delle posizioni politiche di ciascuno, constatare che a Bari persista questo atteggiamento. Un atteggiamento che nuoce, di fatto, all’intera Puglia, perché nascondere una parte così bella della nostra regione non aiuta a far crescere l’intero sistema – evidenzia Michaela Di Donna –. Al neoassessore Capone e a tutti coloro i quali rappresentano la Capitanata in Giunta ed in Consiglio regionale, rivolgo un appello sincero e non strumentale: invertano la tendenza che ha contraddistinto le politiche turistiche dell’ultimo decennio e, a partire dagli ‘educational tour’ organizzati dall’assessorato regionale all’Industria turistica e culturale, rimettano la Capitanata al centro delle iniziative regionali. Ne trarrà beneficio l’intera Puglia, perché la Puglia non sarebbe così meravigliosa senza la provincia di Foggia”.