Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 154 visitatori e nessun utente online

Politica

comunesanseveroAl via le domande di accesso al servizio di assistenza domiciliare (SAD) e assistenza domiciliare integrata (ADI) in favore di persone
ultra 65 enni non autosufficienti

Gli ultra 65 enni non autosufficienti residenti nel Comune di San Severo potranno presentare domanda di accesso al servizio di assistenza domiciliare (SAD) e assistenza domiciliare integrata (ADI).
“Questa iniziativa – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Simona Venditti – contribuirà ad ampliare la rete di servizi destinati all’assistenza agli anziani. Una rete a sostegno delle fasce deboli della popolazione che potranno beneficiare di servizi di assistenza domiciliare tesi a migliorare la propria qualità della vita”.
Sono individuate come prestazioni del servizio di assistenza domiciliare l'aiuto domestico, la cura della persona, l'accompagnamento, il supporto socio relazionale e il segretariato sociale. Rientrano invece nel servizio di assistenza domiciliare integrata prestazioni sanitarie di tipo medico, infermieristico e riabilitativo.
Per accedere ai servizi è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti: residenza nei Comuni dell'Alto Tavoliere; età non inferiore ai 65 anni di età; assistenza o carenza della rete familiare, determinante solitudine ed isolamento; stato di malattia o di invalidità che comporti temporanea o permanente perdita dell'autosufficienza; stati particolari di bisogno o di necessità. Le domande possono essere presentate su apposito modello da inoltrare all'ufficio protocollo del Comune dalla persona interessata o da un suo familiare o dal rappresentante legale; dal Servizio Sociale Professionale; a seguito di segnalazione del medico di base, dei servizi Asl o di altri soggetti che per qualunque ragione siano a conoscenza del bisogno o del disagio della persona. L'istanza di accesso, da rendere sotto forma di autocertificazione deve contenere i dati anagrafici del richiedente e ogni informazione utile alla valutazione oltre ad essere corredata da:
 per il servizio di assistenza domiciliare: certificazione del medico di medicina generale attestante la non autosufficienza;
 per il servizio di assistenza domiciliare integrata: proposta di attivazione del servizio da parte del medico di medicina generale;
 eventuale certificazione attestante la Legge 104/92;
 eventuale copia del verbale attestante il riconoscimento dell'invalidità da parte dell'apposita commissione;
 attestazione ISEE in corso di vigenza alla data di presentazione della domanda;
 fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità sia dell'anziano, sia di dell'eventuale familiare richiedente;
Trattandosi di servizi a domanda individuale è prevista la compartecipazione alla spesa da parte dei beneficiari in relazione ad ogni ora di servizio. Tale compartecipazione è diversificata in base alla situazione economica equivalente (ISEE) del nucleo familiare dell'utente. Per maggiori informazioni o per ritirare la modulistica è possibile rivolgersi agli uffici del Servizio Sociale o agli sportelli di segretariato sociale dei Comuni dell'Ambito.


Il Portavoce
Marilia Castelli