Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 316 visitatori e nessun utente online

Il brutto risveglio da un sogno. Questo è l’indomani, a mente più lucida, della sconfitta di Monza.

E non tanto perché questa squadra meritasse o meno i playoff, ma perché realmente alla fine del primo tempo eravamo li, a soli quattro punti.

Un risveglio brutto, ma non definitivo.

I tifosi non demordono e credono ancora nel miracolo targato Stringara, ma anche targato Agodirin, visto che l’uomo andato a segno nelle ultime partite è proprio il nigeriano. Per questo suo nuovo ruolo di centravanti in cui il tecnico di Orbetello lo ha sistemato o perché, in fondo, è il più in forma dei suoi.

Sta per giungere in rossonero, Daniel Ferreira, e questa dovrebbe essere la volta giusta, visto che se ne parla dall’inizio del mercato. Il ventennne trequartista, utilizzato nella primavera del Varese anche come esterno di sinistra, non è un vero e proprio centravanti o quantomeno uno che segna tanti gol. È questo è un dato preoccupante perché quello che urge ai rossoneri è proprio il bomber di razza.

Ma quello che più preoccupa i tifosi sono le voci di qualche sacrificio che si “potrebbe fare”, come ha anche confermato l’avvocato Ciarambino nel corso della puntata di Batticuore di ieri sera, in diretta sui nostri schermi.

Un sacrificio a cui, pensiamo, a nostro parere, la piazza non sia pronta.

Si vocifera di un interessamento di alcune squadre, latina in pole position, per Agodirin.

Cedere un pupillo dei sostenitori rossoneri potrebbe allontanare molti dallo stadio.

Fabio Lattuchella