Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 226 visitatori e un utente online

Il Foggia scende in campo per vendicare l'immeritata sconfitta di Monza e prendersi i tre punti persi in Brianza. Così non è stato i rossoneri hanno perso anche quest'oggi.
Il Foggia parte benissimo, dopo i primi 10 minuti distudio, il Foggia passa. Al 10° su un calcio di punizione di Menduri, la palla giunge a Gigliotti che calcia bene, il portiere comasco respinge malamente, la palla arriva lungo la corsia di sinistra, dove Cardin rimette il pallone nell'aria di rigore e Venitucci inmezzarovesciata insacca.
Neanche il tempo di esultare che il Como al 13esimo pareggia, o meglio, il Foggia si fa un'autorete. Infatti al 13esimo, su un calcio di punizione di Paonessa, Gigliotti cerca d'intervenire per spazzare l'aria, ma malauguratamente infila l'estremo portiere foggiano Ginestra. Il primo tempo finisce con un paio di conclusioni da parte degli ospiti e con un paio di ammoniti Wagner (Foggia) e Toledo (Como).
La ripresa inizia, ancora con un Foggia arrembante, al 50esimo, mischia in area comasca, la palla arriva al neo entrato Velardi, che aveva sostituito Toppan, che a botta sicura calcia, ma Conti ci mette un piede e la palla finisce in angolo. Ancora Velardi che al 64esimo appoggia verso Venitucci, il quale lancia Defel che da solo d'avanti a Gianbruno si lascia ipnotizzare, così svanisce la possibilità di passare in vantaggio. Al 73esimo succede quello che non ti aspetti, il Como, che fino a quel mmento della ripresa si era limitato a gestire la partita, passa. La palla arriva a Tavares, dopo una serie di erroracci della difesa foggiana, che è lesto a battere l'incolpevole Ginestra.
Il finale è concitato, da segnalare solo un'azione da goal del Foggia, solo per un'espulsione per parte Traorè al 91esimo per il Foggia e Savini, per un buffetto a Velardi, al 92esimo.