Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 410 visitatori e nessun utente online

I sipontini hanno voglia di raggiungere i playoff nonostante ne siano usciti fuori.

Una settimana di intense emozioni in casa Manfredonia. La sconfitta di Racale nella partita della domenica e la ripresa dei lavori con il chiaro intento di buttarsi tutto alle spalle e ricominciare la scalata ai playoff.

D’altro canto, i sipontini hanno un’ottima squadra e sarebbero in grado di raggiungere l’obiettivo a mani basse, ma queste prestazioni a corrente alternata non le stanno permettendo di insediarsi in modo stabile all’interno delle prime cinque.

Tre punti nelle ultime quattro partite non sono un bottino da squadra playoff, ma le avversarie affrontate non erano neanche “squadrette”, allora tutti i discorsi negativi saltano se si pensa che Di Toro e compagni hanno pareggiato a Vieste e Cerignola, in due derby, e fatto altrettanto in casa contro la capolista indiscussa del campionato. Di certo la sconfitta di domenica scorsa, non era né auspicabile, né tantomeno aspettata. E ha rovinato i piani di una compagine che aspira profondamente a quell’obiettivo dichiarato per far rinascere una città, o lo sport della stessa città, dopo momenti altisonanti vissuti nel passato recente e che si ha l’impressione non torneranno mai più.

Si lavorerà per il futuro, questo è certo, ma non sappiamo ad oggi, in quale categoria sarà il domani del Manfredonia.

Fabio Lattuchella